CEI,un primo maggio che fa a pugni con la realtà

Reso noto il tradizionale documento dei vescovi italiani per la festa del lavoro del primo maggio, si leggono tutte le tesi che vanno di moda nella Chiesa odierna, come la sostenibilità, il riscaldamento globale, l’immigrazione e la redistribuzione di ricchezza. Proprio quando il coronavirus ha dimostrato la loro inconsistenza.

Continua a leggere “CEI,un primo maggio che fa a pugni con la realtà”

Tre vescovi fanno a gara per ridicolizzare la Chiesa

Un modo sicuro per rendere ridicola la Chiesa è secolarizzarla, cioè privare i suoi giudizi del fondamento oggettivo che è la rivelazione di Dio. Un esempio in questi giorni ci viene dal cardinale Turkson e dai vescovi Paglia e Sorondo, pronti a omologarsi alla cultura dominante nei loro interventi pubblici.

Continua a leggere “Tre vescovi fanno a gara per ridicolizzare la Chiesa”

Sinodo Amazzonia, ecologismo estremo e attacco al celibato

La presentazione del documento che servirà da base nel Sinodo sull’Amazzonia che si svolgerà in ottobre, conferma quanto già era nell’aria: una forte spinta ecologista, un’esaltazione acritica dell’indigenismo con relativa condanna senza appello del periodo coloniale, e la proposta di ordinazione dei viri probati per fare fronte alla penuria di sacerdoti. Diversi passaggi sono anche una critica diretta al governo brasiliano guidato da Bolsonaro.

Continua a leggere “Sinodo Amazzonia, ecologismo estremo e attacco al celibato”

Quelle tre “conversioni” che non ne fanno una

Da tempo sono apparse all’orizzonte del cattolicesimo tre nuove conversioni. Si tratta della conversione pastorale, della conversione sinodale e della conversione ecologica. La parola conversione la Chiesa l’aveva sempre adoperata per indicare il volgersi a Cristo, unico Salvatore. Ora la parola cambia significato.

Continua a leggere “Quelle tre “conversioni” che non ne fanno una”

Cosa unisce la Mafia san Gallo al progetto del gesuitismo modernista?

Le “preferenze” rivoluzionarie e panteistiche dei gesuiti Sosa e Bergoglio

Le cronache di Papa Francesco

Continuando i ragionamenti sviluppati in questo precedente editoriale: Sei anni di colpi di scena: ma nulla da festeggiare, e dopo aver dato prova di come siano proprio gli “Amici” di Bergoglio a dare conferma a questi editoriali, vedi qui, occorre ora procedere con un altro passaggio.

Condividiamo allora una riflessione del professor Augusto Padilla, che facciamo nostra.

View original post 1.407 altre parole

Sorondo, servo dei potenti, falso paladino dei poveri

L’ultra-bergoglioso Marcelo Sanchez Sorondo in un’intervista a Repubblica, ci spiega, in un’ottica tutta marxista, che il mondo è diviso in ricchi e poveri: i ricchi inquinano e i poveri muoiono; i ricchi consumano tutte le risorse e i poveri le pagano; i ricchi surriscaldano il pianeta e i poveri affogano (per le acque che si alzano); i ricchi eleggono presidenti americani di destra e i poveri ne pagano le conseguenze. Dunque, una rivoluzione è necessaria.

Continua a leggere “Sorondo, servo dei potenti, falso paladino dei poveri”

Vescovi al traino del PD, l’Abruzzo insegna

In vista delle elezioni regionali una nota del vescovo di Chieti presenta un programma politico a base di immigrazioni, poveri e ambiente; e il suo confratello di Pescara ancora più esplicito nell’invitare i suoi preti a votare PD. Ma è tutto qui ciò che la Chiesa sa proporre? Oppure è soltanto una passerella per fare bella figura con papa Francesco?

Continua a leggere “Vescovi al traino del PD, l’Abruzzo insegna”

Riscaldamento globale, dal Vaticano le nuove Tavole della Legge

Dalla conferenza voluta dalla Pontificia Accademia delle Scienze vengono lanciati “I dieci comandamenti del cambiamento climatico”, un inquietante programma politico che prevede alimentazione vegetariana, uso esclusivo di macchine elettriche, eliminazione totale dei combustibili fossili e sanzioni pesanti per governi e istituzioni che non vi si attengono. È la nuova dittatura mondiale in nome dei cambiamenti climatici. E con la benedizione della Santa Sede.

Continua a leggere “Riscaldamento globale, dal Vaticano le nuove Tavole della Legge”

Il «cambio di paradigma» di papa Francesco

Continuità o rottura nella missione della Chiesa? Bilancio quinquennale del pontificato di Francesco, al secolo Jorge Mario Bergoglio.

Continua a leggere “Il «cambio di paradigma» di papa Francesco”

Vescovi di tutto il mondo “proclamano” l’ecoeresia

L’intero episcopato mondiale abbia sentito il bisogno di firmare un documento sul clima, una specie di appello affinché si prendano alcune misure per ridurre il riscaldamento climatico. Non un documento su una preghiera mondiale da innalzare al Cielo in questi tempi bui; non un appello alla conversione dei cuori e delle strutture a nostro signore Gesù Cristo, e nemmeno un richiamo alle autorità politiche perché difendano la vita o la famiglia … bensì un appello sul clima, in appoggio agli Accordi di Parigi. La cosa è tristemente stupefacente, sia per il tema scelto che per il linguaggio usato nel documento.

Continua a leggere “Vescovi di tutto il mondo “proclamano” l’ecoeresia”