Video. Un Papato a scadenza? Una questione spinosa

Il progetto di un nuovo documento che regolerà il “papato emerito” ha fatto molto discutere, soprattutto per quello che riguarda l’ipotesi di un papato che possa prevedere quasi una data di pensionamento. È possibile questo? È questo auspicabile?

Dimissioni, atto finale di un papato ormai secolarizzato

Francesco si dimetterà, non per motivi di salute o altro, ma per completare il processo di secolarizzazione del papato da lui intrapreso con decisione. Dal “buonasera” iniziale alle encicliche orizzontali, non resta ora che l’atto finale delle dimissioni come tappa decisiva per portare a termine il processo di secolarizzazione della Chiesa.

Continua a leggere “Dimissioni, atto finale di un papato ormai secolarizzato”

Dimissioni e papa emerito, si prepara un altro pasticcio

Sarebbe ormai imminente un nuovo Motu Proprio per regolamentare il “papato emerito”, un problema canonico effettivamente lasciato aperto da Benedetto XVI. Ma quello che nella mente del predecessore doveva rimanere un’eccezione, per Francesco diventerebbe un’istituzione, con tutti i problemi che questo comporta: perché per sua natura solo una persona può assumere il titolo di Papa. E la ventilata ipotesi di un pensionamento a 85 anni sarebbe un colpo al cuore dell’ufficio petrino.

Continua a leggere “Dimissioni e papa emerito, si prepara un altro pasticcio”

Il “pastoralismo”, ovvero il Cristianesimo a servizio degli intellettuali

Il Cristianesimo è una religione dei semplici o degli intellettuali?

Continua a leggere “Il “pastoralismo”, ovvero il Cristianesimo a servizio degli intellettuali”

“Traditionis custodes”. Il commento di Pietro De Marco

Il prof. Pietro De Marco, in questo suo tagliante articolo inviato al vaticanista Sandro Magister, spiega che i due documenti di Francesco, il motu proprio e la lettera di accompagnamento, fanno «supporre che la fedeltà al “vetus ordo” sia un fatto di minoranze organizzate, tendenzialmente scismatiche», eppure si tratta di un’«ipotesi lontana dalla realtà e priva di ogni discernimento».

Continua a leggere ““Traditionis custodes”. Il commento di Pietro De Marco”

Il mito del pre-cristianesimo anti-paolino

Tutta la mitologia dei cristianesimi alternativi al cattolicesimo si sviluppa, infatti, sempre su tre matrici: l’ateismo-cristiano; il post-cristianesimo e infine, il cosiddetto pre-cristianesimo.

Continua a leggere “Il mito del pre-cristianesimo anti-paolino”

Morto il teologo svizzero che si ribellò a tutti i Papi

Hans Kung contestava il dogma dell’infallibilità. A lui si ispira lo scisma strisciante nei Paesi di lingua tedesca…

Continua a leggere “Morto il teologo svizzero che si ribellò a tutti i Papi”

Capire Benedetto XVI. Vittoria o sconfitta di una teologia (Conferenza di Stefano Fontana)

Joseph Ratzinger ha trattenuto la dissoluzione della fede cattolica, difendendo quanto andava difeso, ma non è riuscito a chiudere il cerchio. Ha rifondato il rapporto essenziale tra fede e ragione, e sostenuto tesi formidabili sulla centralità di Dio nella pubblica piazza. In alcuni giudizi sulla modernità, come sull’illuminismo, non è stato altrettanto convincente. Dato che valutare il pensiero di Benedetto XVI è fondamentale, il prof. Stefano Fontane in questa conferenza ne espone i punti di forza ma anche le debolezze, in occasione della presentazione del suo libro Capire Benedetto XVI. Tradizione e modernità ultimo appuntamento (Cantagalli, 2021). Per acquistare il libro, scrivere a questo indirizzo email: abbonamenti_acquisti@vanthuanobservatory.org

Contro papato e morale Küng resta in voga nella Chiesa

Pare incredibile che sui libri del teologo a cui la Santa Sede vietò di insegnare e che disprezzò Giovanni Paolo II si siano formate generazioni di seminaristi o che dall’account della Pontificia Accademia per la Vita si leggano tweet così: «Scompare una grande figura nella teologia le cui idee devono fare riflettere la Chiesa». Eppure il suo pensiero eretico è più condiviso di quanto si creda, basta leggere qui.

Continua a leggere “Contro papato e morale Küng resta in voga nella Chiesa”