In morte di Vincent, tra l’abbandono dei Pastori e il gregge che lotta

Vincent Lambert è entrato nelle nostre vite. La sua vicenda mostra che c’è una Chiesa viva, che prega e combatte. Come i genitori, Viviane e Pierre, i fratelli David e Anne, gli avvocati e tutte le persone che hanno sostenuto la battaglia di Vincent. Consapevoli che in gioco non c’era “solo” la sua vita bensì la resistenza a un totalitarismo che ipnotizza le coscienze. Il caso Lambert mostra anche che il popolo è stato abbandonato dalla maggior parte dei Pastori, che sembrano divenuti i precursori della logica dell’anticristo. Il Cielo lo sa, ed è per questo che ha previsto, in questi tempi, una presenza “straordinaria” della Madonna.

Continua a leggere “In morte di Vincent, tra l’abbandono dei Pastori e il gregge che lotta”

Annunci

Ordine di Malta, la difesa fa acqua su molti punti

Dopo l’articolo di Henry Sire e quello della Nuova BQ, gli attuali vertici dell’Ordine rilasciano un comunicato per confutare gli aspetti emersi della gestione tedesca, del commissariamento e dei preservativi in Myanmar. Tutto, ovviamente, senza alcuna base realistica. Ecco perché.

Continua a leggere “Ordine di Malta, la difesa fa acqua su molti punti”

Nel regno del modernismo, dove solo alla Tradizione è vietato l’ingresso

Il vaticanista Aldo Maria Valli pubblica la lettera di un ex seminarista che racconta com’è riuscito a non perdere la fede nonostante il seminario modernista.

Continua a leggere “Nel regno del modernismo, dove solo alla Tradizione è vietato l’ingresso”

L’inedito Viganò investe il numero tre della curia

L’ex nunzio rende nota una parte dell’intervista al Washington Post non pubblicata. Cita pesantissime accuse su violenze nel pre-seminario vaticano gestito dal vescovo di Como, che portarono chi indagò ad essere rimosso. E aggiunge benzina sul conto del già “chiacchieratissimo” arcivescovo Peña Parra, numero tre della curia vaticana.

Continua a leggere “L’inedito Viganò investe il numero tre della curia”

Ed ecco a voi il cristianesimo biodegradabile

Il documento preparatorio del sinodo sull’Amazzonia, scrive il teologo dom Giulio Meiattini, contiene un radicale, profondo rovesciamento dell’idea stessa di Chiesa e di fede cristiana. Siamo oltre l’eresia. Siamo alla riduzione del cristianesimo ad antropologia, anzi a ecologia. Dunque siamo all’apostasia. E il tutto non per un improvviso strappo, ma in stretta connessione con quanto già si intravvedeva in Evangelii gaudium e Amoris laetitia.

Continua a leggere “Ed ecco a voi il cristianesimo biodegradabile”

La Caritas in veritate critica il sinodo sull’Amazzonia

Il pluralismo religioso e la salvaguardia dell’ambiente sono due tematiche oggi molto sentite. Oggi questi due argomenti sono in primo piano negli interessi pastorali della Chiesa, anche oltre il sinodo sull’Amazzonia. In questo contesto può essere utile spulciare l’enciclica di Benedetto XVI Caritas in veritate nei punti in cui si tratta delle religioni e dell’ambiente, per vedere se l’attuale atteggiamento della Chiesa ne sia confortato o meno.

Continua a leggere “La Caritas in veritate critica il sinodo sull’Amazzonia”

Sinodo Amazzonia, mons. Bux: l’ennesimo tentativo di creare un’altra Chiesa

L’Instrumentum Laboris del prossimo Sinodo dell’Amazzonia sta suscitando tante prese di posizioni molto critiche. Il giornalista e blogger Sabino Paciolla ha intervistato riguardo l’argomento mons. Nicola Bux, teologo e liturgista.

Continua a leggere “Sinodo Amazzonia, mons. Bux: l’ennesimo tentativo di creare un’altra Chiesa”

Così Bergoglio ha distrutto l’Ordine di Malta

Dopo la vicenda dei contraccettivi, con il clamoroso reintegro di colui che li faceva distribuire (von Boeselager) e il “commissariamento” del Vaticano, continuano i problemi per i Cavalieri di Malta. Secondo lo storico Henry Sire la fazione tedesca sta imponendo «una purga stalinista» e molte trame avrebbero al centro i soldi. E poi la Messa in rito antico: vietata.

Continua a leggere “Così Bergoglio ha distrutto l’Ordine di Malta”

La Santa Sede vede una Cina che non c’è

I nuovi Orientamenti pubblicati dalla Santa Sede per registrazione civile del clero in Cina immaginano una condizione di buona fede e affidabilità delle autorità cinesi, continuamente smentita dai fatti. Così si sacrifica una Chiesa.

Continua a leggere “La Santa Sede vede una Cina che non c’è”