Il lavorìo carsico per una messa “ecumenica”

La Congregazione del Culto Divino è sempre più marginalizzata nella decisione di decentralizzare e dare più libertà agli episcopati nello sperimentare nuove traduzioni. Così si lavora a nuovi testi più adatti alla mentalità dell’uomo moderno e a una nuova preghiera eucaristica, per poter andare incontro ai fratelli separati, soprattutto nelle aree germanofone. Questo comporterebbe anche la messa in discussione della forma ordinaria, “sdoganata” dal motu proprio Summorum Pontificum. E la perdita di centralità dell’Eucarestia.

Continua a leggere “Il lavorìo carsico per una messa “ecumenica””

Il ricatto dell’obbedienza

L’obbedienza è una virtù esimia, ma ha un limite invalicabile: il peccato.

Continua a leggere “Il ricatto dell’obbedienza”

Autentica liturgia, sgambetto a Sarah. E a Benedetto XVI

La commissione per riformare Liturgiam authenticam ha il compito di esprimere i criteri per la traduzione dei testi liturgici. Ma un incontro carbonaro della corrente post conciliare ha tenuto fuori gioco il Prefetto, il cardinal Sarah.

Continua a leggere “Autentica liturgia, sgambetto a Sarah. E a Benedetto XVI”

De Certeau, il teologo “barricadero” che piace a Francesco

Definito da Papa Francesco “il più grande teologo per il giorno d’oggi”, Michel de Certeau ha sostenuto tesi di rottura conciliare e di attrazione verso il maggio francese cercando di unire il ’68 al Concilio. E la rivista dell’Università cattolica ne ha scritto il ritratto appassionato.

Continua a leggere “De Certeau, il teologo “barricadero” che piace a Francesco”

Milano e la Chiesa dei “diversamente” cristiani

Il caso degli anniversari di nozze cancellati per rispetto dei divorziati è il sintomo di una nuova “Chiesa”. In cui la teologia rahneriana del “diversamente” implica che il cattolico non abbia più nulla da dire al mondo a partire dalla propria fede, perché sarebbe un indebito atto di accusa verso altri.

Continua a leggere “Milano e la Chiesa dei “diversamente” cristiani”

Amoris Laetitia, Avvenire nel paese delle meraviglie

Un editoriale del giornale della CEI prova a “demolire” le parole del card. Caffarra sull’Amoris Laetitia e cita l’ormai celebre lettera privata di papa Francesco ai connazionali argentini. Che però è una missiva privata. La posta in gioco merita un atto di magistero più chiaro e preciso. Intanto, in Germania, Die Tagespost parla apertamente di scisma.

Continua a leggere “Amoris Laetitia, Avvenire nel paese delle meraviglie”

Dietro il caso Malta si gioca la battaglia sulla Verità

Se è ormai chiaro che il caso dell’Ordine di Malta è diventato un pretesto per far fuori il cardinale Burke, la posta realmente in gioco è molto più alta: c’è un attacco alla convinzione che la dottrina cattolica corrisponda alla Verità sull’uomo.

Continua a leggere “Dietro il caso Malta si gioca la battaglia sulla Verità”