Anche i cardinali Muller e Eijk chiedono a papa Francesco di fare chiarezza

Un’intervista eccezionale per chiarezza di contenuti quella rilasciata a Die Tagestpost dal cardinale Gerhard Ludwig Müller, prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede dal 2012 al 2017. Il cardinale Willem Eijk, arcivescovo di Utrecht, ha ripetutamente chiesto “chiarezza” alla Santa Sede sull’Amoris Laetitia e sull’inter-comunione.

Continua a leggere “Anche i cardinali Muller e Eijk chiedono a papa Francesco di fare chiarezza”

Annunci

Sodomiti in seminario. Una clamorosa inchiesta in Brasile

L’indagine non è freschissima, i suoi risultati sono usciti nella primavera del 2017 in lingua portoghese sulla Revista Eclesiástica Brasileira. Gli autori dell’indagine, Elismar Alves dos Santos e Pedrinho Arcides Guareschi, hanno interrogato a fondo 50 studenti di teologia di quei seminari, ricavandone risultati decisamente allarmanti.

Continua a leggere “Sodomiti in seminario. Una clamorosa inchiesta in Brasile”

Perché il reato di Krajewski non ha nulla di evangelico

Quello di Krajewski — uno dei tanti galoppini di Bergoglio — è stato l’ennesimo gesto di stampo ideologico marxista che è l’esatto opposto della carità evangelica. Se fosse un uomo — e un cristiano — rinuncerebbe all’immunità diplomatica e si farebbe processare.

Continua a leggere “Perché il reato di Krajewski non ha nulla di evangelico”

Caro Krajewski, la carità non si fa rubando agli altri e istigando al reato

Il card. Krajewski, elemosiniere pontificio, dunque ministro di uno stato estero, la Città del Vaticano, ha commesso un reato sul suolo di un altro stato, cioè quello italiano. Ce ne parla il sito amico Le Cronache di Papa Francesco, augurandosi che la magistratura e il governo italiano non facciano finta di nulla.

Continua a leggere

Giovanni Paolo II e la deriva dei gesuiti

Papa Giovanni Paolo II aveva ereditato dai suoi predecessori la patata bollente della questione gesuita. Fin dai tempi di Teilhard de Chardin una parte dell’ordine si era messa su una strada divergente da quella del Magistero perenne; si era mostrata desiderosa di novità, di cambiamenti, di aggiornamenti e di riforme, insomma si era mostrata certa che la Chiesa, per riacquistare “credibilità” fra la gente, dovesse rompere con alcuni aspetti del suo modo di porsi tradizionale, e mostrarsi più sensibile e attenta alle nuove richieste dei fedeli, prime fra tutte la questione sociale e quella sessuale.

Continua a leggere “Giovanni Paolo II e la deriva dei gesuiti”

Il B. Stepinac, perseguitato in vita e in morte

Le parole di Papa Francesco sull’aereo di ritorno dalla Macedonia del Nord, che lasciano intendere l’accettazione del veto sulla canonizzazione del beato cardinale Stepinac da parte della Chiesa serbo-ortodossa, hanno provocato molte dure reazioni in Croazia. Peggio ancora, ha avuto parole di grande ammirazione per il patriarca Irinej, che invece è noto per il suo incitamento all’odio: contro croati e bosgnacchi.

Continua a leggere “Il B. Stepinac, perseguitato in vita e in morte”

Prolissa e imprecisa: la riforma della curia non va

Abbiamo letto in anteprima la bozza della Costituzione di riforma della curia romana alla quale stanno lavorando i cardinali Maradiaga e Marx: imprecisioni e ambiguità sul ruolo dei dicasteri e sulla loro gerarchia. Ma anche lungaggini verbose e persino un invito alle diocesi a valorizzare l’equilibrio cosmico delle culture indigene. E per le benedizioni papali si cercano sponsor.

Continua a leggere “Prolissa e imprecisa: la riforma della curia non va”

Mons. Schneider: Francesco deve formalmente correggere che Dio vuole le false religione

In una coraggiosa intervista in tedesco al portale Gloria.TV, il vescovo Athanasius Schneider ha chiesto a papa Francesco di revocare o chiarire ufficialmente per tutta la Chiesa l’affermazione del documento sulla Fratellanza Umana firmato da papa Bergoglio e secondo cui la “diversità delle religioni” è “voluta da Dio”. Il resoconto del vaticanista Marco Tosatti.

Continua a leggere “Mons. Schneider: Francesco deve formalmente correggere che Dio vuole le false religione”

Il caso Bergoglio è unico nella storia della Chiesa

Un confronto tra Francesco e i papi eretici precedenti (Liberio, Onorio e Giovanni XXII) «non regge affatto», ha detto uno dei firmatari delle Lettera aperta ai Vescovi, il prof. Claudio Pierantoni, a LifeSiteNews. Papa Francesco, infatti, relativizza «l’intera dottrina Cattolica», volendo imporre un «cambiamento rivoluzionario nell’etica matrimoniale e sessuale», ponendo il Cattolicesimo tra le altre religioni, che «si avvicina molto all’indifferenza religiosa». Secondo il prof. Pierantoni, Bergoglio, per molti cattolici, «non è davvero cattolico».

Continua a leggere “Il caso Bergoglio è unico nella storia della Chiesa”