Il linguaggio contraddittorio ma calcolato di papa Francesco

La conferenza stampa di ritorno da Panama ha confermato la tendenza di papa Francesco a usare un linguaggio con affermazioni che si contraddicono, così che alla fine chi lo ascolta coglie ciò che più gli fa comodo. Ma a un esame più attento la direzione in cui intende andare appare chiara.

Continua a leggere “Il linguaggio contraddittorio ma calcolato di papa Francesco”

Annunci

Bergoglio manda un cattocomunista alla diocesi di Lima in Perù

In Perù finisce l’era del card. Cipriani. Il papa Francesco ha infatti nominato arcivescovo di Lima don Carlos Castillo, discepolo di Gustavo Gutiérrez, “padre” della teologia della liberazione.

Continua a leggere “Bergoglio manda un cattocomunista alla diocesi di Lima in Perù”

I novatores e il grosso guaio del primato del come sul cosa

Nella dottrina della Chiesa il cosa ha sempre avuto il primato sul come. I contenuti delle verità rivelate hanno sempre avuto il primo piano rispetto a come vengono conosciute e a come vengono espresse. Come si conoscono e come si esprimono dipendono da cosa esse sono, il come conoscitivo e il come espressivo devono essere congrui con la loro realtà e non la determinano. Da un po’ di tempo, invece, si assiste ad una emancipazione del come dal cosa. Dapprima i due vengono messi sullo stesso piano e si dice che il come influisce sul cosa tanto quanto il cosa sul come. 

Continua a leggere “I novatores e il grosso guaio del primato del come sul cosa”

Bergoglio cambia anche il paradigma della bioetica: è il trionfo del neomarxismo

Con la lettera di papa Francesco alla PAV muta il registro dottrinale sui temi morali: la persona umana vivente corredata di una propria dignità non rappresenta più il paradigma morale di riferimento per discernere il bene dal male, ma è sostituita dall’esistenza, una congerie di fatti e condizioni come l’immigrazione o la fratellanza universale. Povertà e ambiente ritenute più importanti di aborto ed eutanasia perché la giustizia sociale ha maggior peso della giustizia naturale.

Continua a leggere “Bergoglio cambia anche il paradigma della bioetica: è il trionfo del neomarxismo”

Continua il “cambio di paradigma”

Se c’è stato un papato che ha reso la Santa Sede una fabbrica di novità, è proprio quello del pontefice argentino.

Continua a leggere “Continua il “cambio di paradigma””

L’omoeresia dilaga nelle università dei gesuiti

La deriva in atto per quanto riguarda l’insegnamento della Chiesa in morale sessuale trova nei gesuiti, e in particolare quelli americani, un terreno fertile e creativo. Il tutto, ovviamente, coperto dal largo manto del “discernimento”. Come dimostra la denuncia del blogger Joseph Sciambra.

Continua a leggere “L’omoeresia dilaga nelle università dei gesuiti”

Francesco da innocente a colpevole. Cattive notizie dalla sua Argentina

Ora che è esploso il caso del vescovo argentino Gustavo Óscar Zanchetta, accusato di aver abusato sessualmente alcuni seminaristi, per Jorge Mario Bergoglio tutto ciò diventa più difficile.

Continua a leggere “Francesco da innocente a colpevole. Cattive notizie dalla sua Argentina”

Osi, Monsignore! Un appello dalla Fondazione Lepanto

Il clima di indifferenza e di omertà che regna all’interno della Chiesa, ha profonde radici, morali e dottrinali, che risalgono all’epoca del Concilio Vaticano II, quando le gerarchie ecclesiastiche accettarono il processo di secolarizzazione come un fenomeno irreversibile. Ma quando la Chiesa si subordina al secolarismo, il Regno di Cristo viene mondanizzato e ridotto a struttura di potere. Lo spirito militante si dissolve e la Chiesa invece di convertire il mondo alla legge del Vangelo, piega il Vangelo alle esigenze del mondo.

Continua a leggere “Osi, Monsignore! Un appello dalla Fondazione Lepanto”

La non-benedizione di papa Francesco

Che cosa dire della la singolare “benedizione senza benedizione” di Francesco dopo la preghiera dell’Angelus dalla finestra del palazzo apostolico, nel primo giorno del nuovo anno?

Continua a leggere “La non-benedizione di papa Francesco”

Il Vangelo non è rivoluzionario. Chi glielo dice a Bergoglio?

È giusto affermare, come ha fatto papa Francesco, che il messaggio evangelico è rivoluzionario? Assolutamente no, risponde il noto teologo pugliese mons. Nicola Bux.

Continua a leggere “Il Vangelo non è rivoluzionario. Chi glielo dice a Bergoglio?”