L’agenda è già scritta, il Sinodo diventa solo un pretesto

Dalle nomine così unilaterali per il prossimo Sinodo sui Giovani emerge la volontà di determinare fin da subito l’esito dell’assise dei vescovi. Una conferma che in realtà, oggetto del Sinodo non siano i giovani ma nuove aperture moderniste nel campo della morale sessuale, in modo particolare delle relazioni sessuali prematrimoniali e della contraccezione. Potremmo parlare di Sinodi “pretesto”, o di Sinodi “strumentali” per raggiungere un qualche fine già stabilito prima. Il Sinodo potrà auspicabilmente anche rimanere nel vago, dire e non dire, aprire le questioni anziché chiuderle.

Continua a leggere “L’agenda è già scritta, il Sinodo diventa solo un pretesto”

Annunci

Bergoglio e abusi, ecco dove stanno i “falsari della parola”

C’è un fatto, molto semplice, a cui si deve dare una risposta e da cui dipende la credibilità del Papa: il 23 giugno 2013 monsignor Viganò ha veramente informato il Papa del caso McCarrick? Questo milioni di cattolici hanno il diritto di sapere. E invece la solita banda di falsari delle parole non appena si fa questa domanda cercano di screditare chi pone le questioni, affibbiandogli secondi, terzi e quarti fini ignobili.

Continua a leggere “Bergoglio e abusi, ecco dove stanno i “falsari della parola””

Cupich, il delirio di un “Bergoglioboy”

“Il Papa ha un agenda più ampia”: la risposta balorda del bergoglioso Cupich, ex protetto del predatore omosessuale McCarrick, nel difendere papa Francesco dalle accuse di mons. Carlo Maria Viganò.

Continua a leggere “Cupich, il delirio di un “Bergoglioboy””

Documento Viganò, interviene mons. Schneider

L’agenzia d’informazione Corrispondenza Romana ha pubblicato in anteprima in Italia il testo che S. E. Mons. Schneider, vescovo ausiliare di Santa Maria in Astana, ha scritto in sostegno al documento di S. E. Mons. Carlo Maria Viganò, pubblicato il 26 agosto scorso sul quotidiano La Verità e dai blog di Marco Tosatti e Aldo Maria Valli.

Continua a leggere “Documento Viganò, interviene mons. Schneider”

Wuerl, meglio dimettersi invece di “pontificare”

Dal Rapporto del Grand Jury della Pennsylvania appare chiaro come l’allora arcivescovo di Pittsburgh Donald Wuerl, oggi cardinale, abbia gestito in maniera tutt’altro che limpida diversi casi di sacerdoti accusati, a buona ragione, di abusi. Per ragioni analoghe, e forse addirittura più lievi, il cardinale Bernard Law di Boston si dimise. Invece di proporre commissioni di vescovi dovrebbe dimettersi. Per salvare un brandello di credibilità.

Continua a leggere “Wuerl, meglio dimettersi invece di “pontificare””

Omoeresia, preti che abusano, malapianta che si fa buco nero

Il rapporto di 900 pagine che la Corte suprema della Pennsylvania ha pubblicato martedì inchioda il clero, per l’ennesima volta, di fronte al dramma degli abusi commessi dai preti. Una malapianta che sta diventando buco nero.

Continua a leggere “Omoeresia, preti che abusano, malapianta che si fa buco nero”

Paglia e Fernandez, prelati pro-aborto

I commenti dei vescovi Fernandez e Paglia dopo il no all’aborto in Argentina suonano quasi come una scusa al mondo laicista: “Non siamo tanto felici per i milioni di bambini che non verranno uccisi da una legge omicida, quanto siamo affranti per le donne che abortiranno clandestinamente o che portano avanti gravidanze indesiderate”. Discorsi che risentono dell’affumicatura degli orientamenti ideologici pro-aborto. Porre l’accento sul fenomeno dell’aborto clandestino, è proprio il grimaldello usato da tutte le strategie pro-choice per legalizzare l’aborto.

Continua a leggere “Paglia e Fernandez, prelati pro-aborto”

McCarrick e i suoi protetti. La miracolosa carriera del cardinale Farrell

Del caso McCarrick già molto si è scritto, in questi giorni. Ma ancora poco su quanto esso coinvolga non solo il protagonista della vicenda, ma anche gli ecclesiastici a lui più legati, anch’essi beneficiari di carriere al limite del miracoloso. Uno di questi, in particolare, fa sorgere seri interrogativi. È Kevin J. Farrell nel 2016 fatto cardinale da papa Francesco e prefetto del nuovo dicastero per i laici, la famiglia e la vita.

Continua a leggere “McCarrick e i suoi protetti. La miracolosa carriera del cardinale Farrell”

Ed ecco a voi l’eco-“Chiesa”…

Reato di comportamento anti-ecologista nel Codice di diritto canonico e servizio di rating ambientalista per le aziende. Sono le recenti proposte del cardinale Coccopalmerio. C’è da augurarsi che vengano ignorate, ma sono comunque segno di una deriva ecologista lontana dalla Dottrina sociale della Chiesa.

Continua a leggere “Ed ecco a voi l’eco-“Chiesa”…”