Müller, Papa Francesco e il precedente di Antiochia

Per comprendere il Manifesto della Fede del cardinale Müller e prima ancora i Dubia, bisogna tornare ad Antiochia quando San Paolo affronta San Pietro su un tema vitale per la comunità cristiana. Altra cosa rispetto alla lettura “politica” dei principali giornali italiani, compreso quello della CEI.

Continua a leggere “Müller, Papa Francesco e il precedente di Antiochia”

Annunci

Il linguaggio contraddittorio ma calcolato di papa Francesco

La conferenza stampa di ritorno da Panama ha confermato la tendenza di papa Francesco a usare un linguaggio con affermazioni che si contraddicono, così che alla fine chi lo ascolta coglie ciò che più gli fa comodo. Ma a un esame più attento la direzione in cui intende andare appare chiara.

Continua a leggere “Il linguaggio contraddittorio ma calcolato di papa Francesco”

Vescovi al traino del PD, l’Abruzzo insegna

In vista delle elezioni regionali una nota del vescovo di Chieti presenta un programma politico a base di immigrazioni, poveri e ambiente; e il suo confratello di Pescara ancora più esplicito nell’invitare i suoi preti a votare PD. Ma è tutto qui ciò che la Chiesa sa proporre? Oppure è soltanto una passerella per fare bella figura con papa Francesco?

Continua a leggere “Vescovi al traino del PD, l’Abruzzo insegna”

Caro papa Francesco, dimmi con chi vai, ti dirò chi sei…

Il meno che si possa dire è che la figura di papa Bergoglio è imbarazzante. Forse non tanto per la persona in sé – anche se…-, quanto per le persone che evidentemente predilige, protegge e difende. Oltre che per quelli che hanno attivamente contribuito alla sua elezione.

Continua a leggere “Caro papa Francesco, dimmi con chi vai, ti dirò chi sei…”

Caso McCarrick, il pentimento e purificazione, la sfida di Carlo Maria Viganò

Il richiamo alla conversione, che è il cuore della lettera di monsignor Carlo Maria Viganò all’ex cardinale, abusatore seriale, Theodore McCarrick, costituisce una sfida a tutta la Chiesa in preparazione al vertice di febbraio in Vaticano sugli abusi sessuali. Una sfida che però in Vaticano al momento sembrano voler ignorare.

Continua a leggere “Caso McCarrick, il pentimento e purificazione, la sfida di Carlo Maria Viganò”

Francesco da innocente a colpevole. Cattive notizie dalla sua Argentina

Ora che è esploso il caso del vescovo argentino Gustavo Óscar Zanchetta, accusato di aver abusato sessualmente alcuni seminaristi, per Jorge Mario Bergoglio tutto ciò diventa più difficile.

Continua a leggere “Francesco da innocente a colpevole. Cattive notizie dalla sua Argentina”

Bergoglio prepara il repulisti

Da Oltretevere giungono voci insistenti su due provvedimenti pontifici imminenti. Il primo dei quali decreterebbe la scomparsa della Prefettura della Casa Pontificia attualmente guidata dal segretario di Benedetto XVI, il vescovo Gaenswein. Il secondo per la soppressione della commissione Ecclesia Dei, nata per i rapporti con i lefevbriani, ma che regolamenta anche l’applicazione del motu proprio sulla messa in forma straordinaria. Che ora rischia di essere più esposta ai divieti e agli arbitri di qualunque vescovo.

Continua a leggere “Bergoglio prepara il repulisti”

2018, l’anno più difficile del pontificato di Francesco

Papa Francesco si lascia alle spalle l’anno più difficile del suo pontificato. Tutte le tappe di un 2018 denso di criticità per il pontefice argentino.

Continua a leggere “2018, l’anno più difficile del pontificato di Francesco”

Zanchetta, un nuovo caso di abusi lambisce Casa Santa Marta

Le accuse al vescovo Zanchetta, sospeso dal suo incarico in Vaticano, per un’indagine su abusi sessuali. Lasciò la diocesi argentina nel 2017 per problemi di salute, ora il Vaticano parla di autoritarismo. Qual è la versione corretta? Ma la sua promozione a assessore dell’Aspa getta interrogativi sulla sua “carriera” lampo: la Santa Sede sapeva dei suoi problemi coi sacerdoti, ciononostante è stato promosso ad un importante incarico di curia.

Continua a leggere “Zanchetta, un nuovo caso di abusi lambisce Casa Santa Marta”

Terremoto nei media vaticani. La campagna d’inverno dei paladini di Bergoglio

Quello che non è riuscito in tre anni allo sconclusionato Dario Edoardo Viganò, capo del dicastero vaticano per la comunicazione dal 2015 al 2018, è riuscito in pochi giorni, attorno a Natale, al metodico suo successore Paolo Ruffini.

Continua a leggere “Terremoto nei media vaticani. La campagna d’inverno dei paladini di Bergoglio”