Crimini venezuelani, il giallo delle parole del Papa

L’Appello sul Venezuela annunciato sul bollettino della Santa Sede doveva contenere il rispetto della vita dei detenuti del regime di Nicolas Maduro. Invece Francesco ha parlato a braccio facendo un discorso che alleggerisce la posizione del regime. E che tace sulle torture dei prigionieri politici.

Continua a leggere “Crimini venezuelani, il giallo delle parole del Papa”

Aggiornamento. Raccolta fondi. Urgente.

Carissimi amici, visitatori e commentatori del Blog,

GRAZIE a tutti per aver partecipato. Dio ve ne renda merito!!!


Carissimi amici, visitatori e commentatori del Blog,

vi chiediamo scusa per il disturbo, ma ci rivolgiamo a voi ancora una volta perché ci è stato chiesto aiuto ancora una volta.

Una famiglia composta da quattro persone che si trova in gravissima difficoltà economica ci ha chiesto sostegno per far fronte alle spese più imminenti: la cifra che ha attualmente a disposizione è davvero molto bassa!

La nostra redazione ha come sempre già messo qualcosa ha disposizione di proprio, ma ha anche preso l’impegno di racimolare un piccolo “tesoretto” per questa famiglia, ma non possiamo farcela senza il vostro aiuto.

Ogni piccolo grande aiuto è più che necessario, proprio come l’obolo della vedova.

Raccomandiamo questa famiglia non solo al vostro aiuto materiale ma soprattutto a quello spirituale: più che del pane, tutti noi abbiamo bisogno della preghiera.

Vi porgiamo fin da ora i più vivi ringraziamenti di questa famiglia. Che il Signore vi ricompensi cento volte tanto anche in questa vita!

Per chi volesse avere maggiori informazioni ci scriva nella pagina dei contatti.

Cliccare sul pulsante per la donazione con paypal o carta di credito.

Meno tre. Il “C9” cade sempre più a pezzi

Quando Bergoglio lo istituì sembrò l’inizio di una rivoluzione: un consiglio fatto di otto cardinali di cinque continenti, con il compito di coadiuvare il papa nella riforma della curia e soprattutto nel “governo della Chiesa universale”. E invece, dopo cinque anni e ventiquattro summit attorno a Francesco, la curia è più malmessa di prima, la Chiesa universale è in stato di confusione e questo consiglio cardinalizio è a pezzi. Fotografia impietosa dell’attuale pontificato, che merita un ingrandimento.

Continua a leggere “Meno tre. Il “C9” cade sempre più a pezzi”

Clero apostata fuori controllo. “Credo in quello che mi pare”

Dopo il caso del sacerdote che si rifiutava di proclamare il Credo, a Pinerolo si dice una Professione di fede à la carte. Testi adattati alla bisogna e completa assenza di incarnazione, passione e morte, giudizio, perdono dei peccati. Possibile? Sì è la nuova frontiera della fede fai da te. Ma vescovo e parroco non sembrano particolarmente preoccupati. Tanto che al telefono con la Nuova BQ scaricano tutto sul prete responsabile della trovata. Che si rifiuta di spiegare, ma nel frattempo “gestisce” una chiesa trasformata in mercatino delle pulci.

Continua a leggere “Clero apostata fuori controllo. “Credo in quello che mi pare””

Muller e Schneider contro la deriva omoeretica dei confratelli

Aumenta il numero dei vescovi che per motivi ideologici e di carrierismo cedono all’omoeresia partecipando a “veglie” anti-omofobia o addirittura “benedicendo” coppie dello stesso sesso. Il card. Muller, prefetto emerito della Congregazione per la Dottrina della Fede, e mons. Schnider, vescovo ausiliare di Astana (Kazakistan), non ci stanno e non esistano a condannare severamente l’atteggiamento dei confratelli.

Continua a leggere “Muller e Schneider contro la deriva omoeretica dei confratelli”

Veglie anti-omofobia? È il trionfo dell’omoeresia

L’adesione di vescovi alle veglie contro l’omofobia ha qualcosa di incredibile. Sia dal punto di vista dottrinale che pastorale. Il concetto di omofobia è ideologico e come si può fare una veglia contro qualcosa di ideologico? Se guardiamo poi alla realtà intorno a noi, ci chiediamo dove sia tutta questa omofobia contro la quale alcuni vescovi si sentono chiamati a presiedere veglie di preghiera. Oggi, al contrario, ad essere discriminata è l’eterosessualità.

Continua a leggere “Veglie anti-omofobia? È il trionfo dell’omoeresia”

Filmato. Bergoglio e pregiudizio: il papa svelato

Idolatrato dai laici, e in particolare dai laicisti, e contestato dai credenti. Amatissimo dalle star e dai media politicamente corretti, ma criticato da teologi e vescovi. Papa Bergoglio rappresenta senza dubbio una delle figure più controverse del nostro tempo, così come controverse e singolari sono state le circostanze (le improvvise dimissioni del precedente Pontefice ora Papa Emerito e l’inedita diarchia in Vaticano) della sua elezione al Soglio Papale. Ma chi è davvero Papa Francesco? Dove vuole portare la Chiesa? Il Pontefice punta a un nuovo “sincretismo religioso” che, anche grazie all’immigrazione, da lui promossa con tutte le forze, crei una nuova religione? E i veri artefici della sua elezione sono a Roma o negli Stati Uniti? A queste domande hanno provato a rispondere alcuni personaggi d’eccezione in un incontro svoltosi presso l’Associazione Culturale M-Arte di Roma, in occasione della presentazione del libro Bergoglio e pregiudizio del noto giornalista Mauro Mazza. L’ex presidente dello IOR e uomo chiave della finanza internazionale Ettore Gotti Tedeschi, il controverso manager Luigi Bisignani, e il Direttore de il Tempo Gianmarco Chiocci tracciano, insieme all’Autore, un quadro inedito e per molti versi inquietante di Jorge Mario Bergoglio.

Vescovi traditori che mirano solo al potere e a compiacere il re

Le cronache di Papa Francesco

La battaglia contro Dio, il Signore nostro Gesù Cristo e la Sua Sposa, la vera Chiesa, si è scatenata. Le lobby vincono, guadagnano terreno, mirano al potere assoluto nella Chiesa manipolando la Sacra Scrittura e il Magistero stesso della Chiesa. Oggi è la volta di un vescovo che non credevamo capace di tradire così sfacciatamente la Sposa di Cristo, l’insegnamento della Chiesa, parliamo di mons. Massimo Camisasca i cui fatti sono stati ben descritti e riportati da Riccardo Cascioli che invitiamo a leggere per capire cosa stanno facendo.

Eventi gravissimi, fatti molto gravi denunciati per altro, in molti articoli anche dai Padri dell’Isola di Patmos, che da anni mettono in guardia da queste lobby. Editoriale di fuoco quanto segue, perché non si può più tacere e siamo dentro la Novena allo Spirito Santo, quello vero, non quello schizofrenico che ora ascolta il Padre e il Figlio, e un’altro…

View original post 1.706 altre parole

Sorpresa. Tra gli uomini di Francesco c’è chi difende l’Humanae vitae

Incredibile ma vero. L’ondata revisionista che con l’evidente beneplacito di papa Francesco sta investendo l’enciclica di Paolo VI Humanae vitae s’è infranta in Vaticano su uno scoglio che difende tale enciclica proprio nel suo insegnamento più contestato. L’elemento più sorprendente della notizia è che la persona che si è schierata controcorrente è proprio colui che Francesco ha messo a capo due anni fa del rifondato pontificio istituto teologico Giovanni Paolo II per le scienze del matrimonio e della famiglia: è il teologo milanese PierAngelo Sequeri.

Continua a leggere “Sorpresa. Tra gli uomini di Francesco c’è chi difende l’Humanae vitae”

La catastrofe della Chiesa tedesca: non ci sono più preti

La Chiesa in Germania, la più ricca e progressista del mondo, sta perdendo i tesori più preziosi della Chiesa cattolica: il sacerdozio e l’Eucarestia.

Continua a leggere “La catastrofe della Chiesa tedesca: non ci sono più preti”