Il pensiero pericoloso di Giuseppe Dossetti

La sua opera di politico prima e di sacerdote dopo non sfugge al “peccato originale” della Scuola di Bologna, di cui Dossetti è, non a caso, il fondatore e l’ispiratore: l’impostazione di fondo di tutta la sua visione è infatti la contrapposizione tra il passato e il futuro, che assegna al presente il ruolo di momento di rottura, affinché il futuro possa essere in discontinuità rispetto al passato.

Continua a leggere “Il pensiero pericoloso di Giuseppe Dossetti”

Annunci

Il neoclero non predica la conversione, ma il peccato

Il neoclero non predica la metanoia (conversione), ma il peccato. Ecco perché la neochiesa ha rinunciato, o sta rinunciando, alla prima delle sue funzioni essenziali, “l’esortazione alla penitenza” e alla seconda: “l’annuncio del Vangelo”.

Continua a leggere “Il neoclero non predica la conversione, ma il peccato”

La “Chiesa” pauperista di Dossetti e Lercaro

L’eresia pauperista della neochiesa è iniziata con Giacomo Lercaro e Giuseppe Dossetti.

Continua a leggere “La “Chiesa” pauperista di Dossetti e Lercaro”

Non c’è più posto per Gesù Bambino neanche in Vaticano

Il presepe di quest’anno in piazza san Pietro si definisce “presepe della misericordia”, più precisamente è dedicato alle sette opere di misericordia corporale. Nella rappresentazione allestita in piazza san Pietro nel 2017 si concettualizza la misericordia e passa un po’ in secondo piano il fatto dell’Amore che si fa carne e così manifesta in modo impressionante l’amore di Dio per gli uomini.

Continua a leggere “Non c’è più posto per Gesù Bambino neanche in Vaticano”

Guai a voi, pastori infedeli e operatori di iniquità!

Guai a voi, superbi che avete offeso sin nel profondo la fede delle persone semplici. Guai a voi, demagoghi che avete promesso tutto a tutti. Guai a voi pastori infedeli che avete svenduto il tesoro di Cristo per un piatto di lenticchie.

Continua a leggere “Guai a voi, pastori infedeli e operatori di iniquità!”

Come la Chiesa finì. Il romanzo distopico di Aldo Maria Valli

La Chiesa finisce abbracciando il modernismo, sintesi di tutte le eresie. Questo è l’ammonimento contenuto nel nuovo libro di Aldo Maria Valli, vaticanista del Tg1.

Continua a leggere “Come la Chiesa finì. Il romanzo distopico di Aldo Maria Valli”

Chi si opporrà alla riabilitazione di Teilhard de Chardin?

Il gesuita panteista Pierre Teilhard de Chardin è stato ufficialmente condannato dalla Chiesa nel 1962. I suoi confratelli gesuiti, appoggiati dal cardinale Agostino Casoroli, provarono a riabilitarlo già nel 1981, ma papa Giovanni Paolo II e alcuni cardinali risposero con categorico rifiuto. Ci saranno altri cardinali coraggiosi anche questa volta?

Continua a leggere “Chi si opporrà alla riabilitazione di Teilhard de Chardin?”

Una sconcertante visita in Birmania

Ci domandiamo per quale arcano motivo Papa Bergoglio avverta l’immane esigenza di spendere parole e sudore per la minoranza islamica ma non per quella cristiana che da oltre cinquant’anni viene perseguitata.

Continua a leggere “Una sconcertante visita in Birmania”

Il grosso problema del “papa dittatore”

Papa Francesco governa la Chiesa come un dittatore autocratico il cui proprio volere è legge. In Vaticano vige attualmente un regime di terrore. Un libro-denuncia lo dimostra, ma vi è in fondo un problema ancora più drammatico.

Continua a leggere “Il grosso problema del “papa dittatore””

A-teologi, come rispondere a costoro

La risposta ai teologi buonisti e modernisti è tornare a parlare del Peccato e della Grazia.

Continua a leggere “A-teologi, come rispondere a costoro”