Papa Bergoglio e la Chiesa dei troppi silenzi e delle troppe parole

Abbiamo un papa regnante molto loquace, ma che tace sistematicamente sugli argomenti “politicamente scorretti”.

Continua a leggere “Papa Bergoglio e la Chiesa dei troppi silenzi e delle troppe parole”

Viganò, riformatore mancato. Con tutti i media vaticani contro

La “riforma” dei media vaticani fatta da mons. Viganò è molto pericola: sposta il centro dal magistero del Papato al culto della personalità del papa regnante.

Continua a leggere “Viganò, riformatore mancato. Con tutti i media vaticani contro”

La “curia parallela” di papa Francesco

Vescovi, Culto divino, Dottrina della Fede: è evidente una chiara strategia da parte di papa Francesco per prendere il controllo dei gangli vitali della Curia, dove non poteva “tagliare” subito: lasciare intatto il guscio ma svuotandolo dall’interno, ovvero i prefetti restano al loro posto ma le decisioni vengono prese concretamente da persone di fiducia del Papa. Come succede anche alla CEI.

Continua a leggere “La “curia parallela” di papa Francesco”

Due papi, due università, due climi diversi. Con una sensazione

Francesco, rispondendo alle domande di alcuni studenti, non ha toccato nemmeno uno dei grandi temi riguardanti la verità e il rapporto tra ragione e fede. Francesco in effetti, più che da papa, più che da vescovo, più che da religioso, ha scelto di parlare da sociologo e da economista.

Continua a leggere “Due papi, due università, due climi diversi. Con una sensazione”

Il ricatto dell’obbedienza

L’obbedienza è una virtù esimia, ma ha un limite invalicabile: il peccato.

Continua a leggere “Il ricatto dell’obbedienza”

Burke a Guam, Negri a casa, il messaggio è chiaro: al confino o a casa chi dissente

L’invio (non si sa per quanto tempo) del cardinale Burke in Micronesia per gestire un caso di pedofilia; la rapida sostituzione di monsignor Negri alla guida dell’arcidiocesi di Ferrara con un monsignor Perego dipinto come il suo opposto. Le scelte di Roma sono un messaggio ben preciso.

Continua a leggere “Burke a Guam, Negri a casa, il messaggio è chiaro: al confino o a casa chi dissente”

Amoris Laetitia, quando la forma è sostanza

Viviamo in un’epoca in cui si è portati a dare scarso valore alla “forma”: basta pronunciare questa parola per essere immediatamente tacciati di formalismo. Ma ci si dimentica che spesso la forma è sostanza: il mancato rispetto di essa può rendere invalido un atto.

Continua a leggere “Amoris Laetitia, quando la forma è sostanza”