Francesco fa quello che rimprovera a Cirillo

Papa Francesco ha rilasciato al direttore del Corriere della Sera, il più noto quotidiano italiano, un’interessante intervista sulla questione russo-ucraina, che mette in luce il punto di vista della Santa Sede. L’intervento del Pontefice presenta un apparente equilibrio geopolitico, benché alcune affermazioni sembrino mancare di coerenza e di una visione più alta.

Continua a leggere “Francesco fa quello che rimprovera a Cirillo”

Liturgia a cipolla: Francesco e il nervosismo per la forma

Il discorso di Francesco sulla liturgia lascia trasparire nervosismo e un’avversione verso la forma liturgica scambiata per formalismo: ma è l’uomo che deve lasciarsi ri-formare dalle forme della liturgia. Perché non si accetta che nella liturgia la forma è sostanza? La liturgia odierna ha fatto la fine della cipolla: togli uno strato e poi un altro. Non ci è rimasto più nulla.

Continua a leggere “Liturgia a cipolla: Francesco e il nervosismo per la forma”

Francesco pubblica la riforma della Curia, una svolta pastoralista

Pubblicata nel giorno di inizio del decimo anno di Pontificato la costituzione apostolica Praedicate Evangelium sulla Curia Romana e il suo servizio alla Chiesa e al mondo: la svolta “pastoralista” di papa Francesco è arrivata.

Continua a leggere “Francesco pubblica la riforma della Curia, una svolta pastoralista”

Francesco presiede, concelebra o assiste?

Papa Francesco ha partecipato a una messa nella Chiesa del Gesù a Roma il 12 marzo. Nessuno ha capito cosa ha fatto il Papa.

Continua a leggere “Francesco presiede, concelebra o assiste?”

Woelki si dimette, ma non molla. Che deciderà il Papa?

Il cardinale Woelki ha stupito presentando le dimissioni da arcivescovo di Colonia. All’origine la gestione comunicativa del rapporto sugli abusi. Ma in una lettera pastorale parla della “possibilità di un nuovo inizio”. Gli oppositori lo criticano, ma tanti fedeli lo sostengono. Papa Francesco dovrà decidere se accettare o no le dimissioni.

Continua a leggere “Woelki si dimette, ma non molla. Che deciderà il Papa?”

Messa antica e Fraternità San Pietro, un caso aperto

La FSSP ha ottenuto da Francesco per decreto, fin qui non pubblicato dal Vaticano, di potersi avvalere dei libri liturgici in vigore nel 1962. Ma è una facoltà già prevista dalle sue Costituzioni e che andrebbe riconosciuta a tutti gli istituti ex Ecclesia Dei. C’è poi il nodo ordinazioni. Insomma: un po’ di respiro per il rito antico, ma il caos post Traditionis Custodes permane.

Continua a leggere “Messa antica e Fraternità San Pietro, un caso aperto”

Le linee guida del Giubileo del 2025

Senza la dimensione soprannaturale la Fede è priva di ossatura e di anima, rimane infruttuoso sentimentalismo.

Continua a leggere “Le linee guida del Giubileo del 2025”

Diritto al perdono? Così Francesco annulla la Misericordia…

Da Fazio, il Papa parla di diritto universale al perdono. Ma come si fa a rivendicare il diritto a un dono? Il perdono è prerogativa di Dio misericordioso, che oltrepassa la misura della giustizia e del diritto. Il comando di perdonare nasce dalla consapevolezza che noi stessi siamo stati perdonati per misericordia, non per diritto. Le parole di Francesco hanno un effetto paradossale: affermando il “diritto al perdono”, finiscono per annullare il campo della misericordia.

Continua a leggere “Diritto al perdono? Così Francesco annulla la Misericordia…”