“Dalla Cabala al progressismo” finalmente in italiano

La monumentale opera di P. Julio Meinvielle sulla Càbala gnostica e i suoi influssi nella storia mondiale.

Continua a leggere ““Dalla Cabala al progressismo” finalmente in italiano”

Il cattoprogressismo di Jacques Maritain

Il filosofo francese Maritain pone il progresso dell’uomo non nel bene, non in una sempre maggiore virtù, non in un maggiore avvicinamento a Dio, a Cristo, alla Chiesa, ma in una sempre maggiore libertà dell’uomo.

Continua a leggere “Il cattoprogressismo di Jacques Maritain”

Teilhard de Chardin. Aberrazioni ideologiche e dottrinali

«Non è più ricuperabile un dolce ormai avariato in quasi tutta la sua pasta»: tale inappellabile giudizio è stato emesso da mons. Pier Carlo Landucci (1900-1986), ingegnere, topografo e matematico, nonché filosofo, teologo, rettore del Seminario Romano, contro l’opera del gesuita Pierre Teilhard de Chardin (1881-1955), teologo panteista ed evoluzionista, considerato uno dei maestri del modernismo.

TEILHARD_lancio_sito_550La casa editrice Effedieffe ha ripubblicato un testo fondamentale – intitolato Teilhard de Chardin. Aberrazioni ideologiche e dottrinali (Viterbo 2015, p. 104, € 10) – per smascherare le falsità, anzi le aberrazioni ideologiche di quest’ultimo: si tratta di una sintesi del più ampio volume (quasi 500 pagine) Miti e realtà, apparso nel 1968.

In quest’opera mons. Landucci ha modo di segnalare gli errori teologici e filosofici di Teilhard de Chardin (curiosamente, discendente di Voltaire da parte di madre): l’autore propende per la buona fede del gesuita, ma ne sottolinea la grande confusione mentale, capace di partorire nebulose e vuote fantasie. Tornato alla ribalta nel 60° anniversario della morte, Teilhard affascina sia miscredenti sia credenti. Eppure, bisognerebbe dare peso al fatto che la stessa massoneria rivendichi il merito della pubblicazione e della diffusione dei suoi libri postumi, in quanto dissolutori della Dottrina cattolica.

È questo, secondo Landucci, il vero motivo del larghissimo successo postumo di questo autore “proibito”: le evanescenze teilhardiane, di tipo panteistico, sono dannosissime per la necessaria concretezza del cammino ascetico e della vita cristiana e distruggono l’«originalità del Cristianesimo», che è la relazione intima e personale con il concreto ed amabilissimo Uomo-Dio.

Questo testo di Gianandrea de Antonellis è stato tratto dal periodico Radici Cristiane.

(fonte: radioromalibera.org)

Identikit del cattoprogressita

Vi proponiamo ampi stralci di uno studio scritto da padre Julio Meinvielle (1905-1973), sacerdote e teologo argentino, e pubblicato tra il settembre e l’ottobre del 1965 sulla rivista Relazioni, riguardo la piaga che stava colpendo l’assise conciliare.

Continua a leggere “Identikit del cattoprogressita”

Il modernismo: radici e conseguenze storiche

Giornata di studi su “Vecchio e nuovo Modernismo: Radici della Crisi nella Chiesa”, Roma – 23 giugno 2018. Relazione del prof. Roberto de Mattei.

Continua a leggere “Il modernismo: radici e conseguenze storiche”

Chi si opporrà alla riabilitazione di Teilhard de Chardin?

Il gesuita panteista Pierre Teilhard de Chardin è stato ufficialmente condannato dalla Chiesa nel 1962. I suoi confratelli gesuiti, appoggiati dal cardinale Agostino Casoroli, provarono a riabilitarlo già nel 1981, ma papa Giovanni Paolo II e alcuni cardinali risposero con categorico rifiuto. Ci saranno altri cardinali coraggiosi anche questa volta?

Continua a leggere “Chi si opporrà alla riabilitazione di Teilhard de Chardin?”