Mons. Bux: la liturgia non sia scontro ideologico

Ci si domanda se sia necessario apportare ulteriori cambiamenti ai testi del Messale romano nella prossima edizione italiana. Ma su Gloria e Padre nostro si attuano due pesi e due misure. Eppure c’è un precedente argentino che suggerisce di non recepire per forza le nuove disposizioni. Lo ricevette proprio l’allora cardinal Bergoglio. E’ deleteria questa smania di cambiamento continuo, che appare sempre più essere un omaggio all’ideologia del provvisorio.

Continua a leggere “Mons. Bux: la liturgia non sia scontro ideologico”

Brasile, 1933: la prima messa “versum populum”

Negli ’60 e ’70 del XX secolo furono raccolti i frutti di ciò che fu seminato.

Continua a leggere “Brasile, 1933: la prima messa “versum populum””

La Civilità (ex) Cattolica va alla guerra degli altari: “La riforma della riforma è un errore”

La rivista dei gesuiti contesta il cardinal Sarah e Papa Benedetto XVI sulla riforma della riforma liturgica. E cita Papa Francesco per il quale la Costituzione conciliare sulla liturgia deve continuare. Ma una eventuale “riforma della riforma” non sarebbe una revisione del Concilio, ma solo della riforma voluta dalla Commissione e promulgata da Paolo VI. Quindi non si contraddirebbe l’espressione di Papa Francesco.

Continua a leggere “La Civilità (ex) Cattolica va alla guerra degli altari: “La riforma della riforma è un errore””