Sacrilegio in Austria: electrich church

L’utilizzo sacrilego delle chiese non ha confini. In Austria c’è persino la rassegna Electric church con performance di musica techno nelle principali cattedrali. Una profanazione ipocrita, che alcuni preti hanno il coraggio di chiamare esperienza mistica.

Continua a leggere “Sacrilegio in Austria: electrich church”

Annunci

Amoris Laetitia, amichevole critica alle tesi di Rocco Buttiglione

Non vi è nulla che i lettori di Buttiglione non conoscano: la possibilità di ammettere alla Comunione i divorziati-risposati, perché, egli sostiene, che in alcuni casi, anche se «gli atti sono illegittimi», le persone «possono non incorrere in un peccato mortale per la mancanza della piena avvertenza e del deliberato consenso».

Continua a leggere “Amoris Laetitia, amichevole critica alle tesi di Rocco Buttiglione”

Preti apostati e dove trovarli

«Un sacerdote che non è santo non è solo inutile, ma è anche dannoso per la Chiesa» (San Pio X Papa).

Continua a leggere “Preti apostati e dove trovarli”

Non è vero che l’eccezione conferma la regola

I difensori dell’Amoris Laetitia sostengono che dare la Comunioni ai divorziati risposati civilmente, rei dei peccati mortali di adulterio e concubinato, non tradisce il Comandamento del Signore, perché si tratterebbe delle famose “eccezioni” che confermano la regola. Hanno ragione? È vero che l’eccezione conferma la regola?

Continua a leggere “Non è vero che l’eccezione conferma la regola”

Amoris Laetitia, Argentina: tana, liberi tutti!

Confusionis Laetitia, cerimonie di gruppo per concedere la comunione ai divorziati risposati. Succede in Argentina, dove il vescovo di Reconquista – dopo aver fatto fare un “cammino di discernimento” di sei mesi – ha ammesso all’Eucarestia una trentina di coppie di divorziati risposati, nel corso di una cerimonia speciale. Questo accade pochi giorni dopo che la Conferenza Episcopale Polacca si è espressa in maniera unanime per mantenere il divieto di comunicarsi ai divorziati risposati.

Continua a leggere “Amoris Laetitia, Argentina: tana, liberi tutti!”

I migranti, “poverini”, che usano la testa di una statua Gesù come water

Ventimiglia, 2017: Una testa di Cristo, staccata da una statua e ricoperta di escrementi, segno di abitudine collettiva e inveterata. Succede in un campo di richiedenti asilo che vivono in una tendopoli e rifiutano i centri d’accoglienza perché vogliono andare in Francia. E l’Occidente sta a guardare…

Continua a leggere “I migranti, “poverini”, che usano la testa di una statua Gesù come water”

Il cardinale Christoph Schönborn e l’esplicito invito al sacrilegio

L’arcivescovo di Vienna, intervistato da Spadaro, toglie ogni illusione alle anime belle: Amoris Laetitiae è magistero, eccome. E aggiunge: in “certi casi” chi è in situazione oggettiva di peccato può accostarsi ai sacramenti. E questo si chiama, piaccia o meno, lasciapassare per il sacrilegio.

Continua a leggere “Il cardinale Christoph Schönborn e l’esplicito invito al sacrilegio”