Amoris Laetitia, Argentina: tana, liberi tutti!

Confusionis Laetitia, cerimonie di gruppo per concedere la comunione ai divorziati risposati. Succede in Argentina, dove il vescovo di Reconquista – dopo aver fatto fare un “cammino di discernimento” di sei mesi – ha ammesso all’Eucarestia una trentina di coppie di divorziati risposati, nel corso di una cerimonia speciale. Questo accade pochi giorni dopo che la Conferenza Episcopale Polacca si è espressa in maniera unanime per mantenere il divieto di comunicarsi ai divorziati risposati.

Continue reading “Amoris Laetitia, Argentina: tana, liberi tutti!”

I migranti, “poverini”, che usano la testa di una statua Gesù come water

Ventimiglia, 2017: Una testa di Cristo, staccata da una statua e ricoperta di escrementi, segno di abitudine collettiva e inveterata. Succede in un campo di richiedenti asilo che vivono in una tendopoli e rifiutano i centri d’accoglienza perché vogliono andare in Francia. E l’Occidente sta a guardare…

Continue reading “I migranti, “poverini”, che usano la testa di una statua Gesù come water”

Il cardinale Christoph Schönborn e l’esplicito invito al sacrilegio

L’arcivescovo di Vienna, intervistato da Spadaro, toglie ogni illusione alle anime belle: Amoris Laetitiae è magistero, eccome. E aggiunge: in “certi casi” chi è in situazione oggettiva di peccato può accostarsi ai sacramenti. E questo si chiama, piaccia o meno, lasciapassare per il sacrilegio.

Continue reading “Il cardinale Christoph Schönborn e l’esplicito invito al sacrilegio”

Germania, i vescovo debbono prendere provvedimenti contro l’indegna Comunione di massa

Gli stessi giornalisti cattolici tedeschi denunciano la deriva che già da anni si vive in Germania sul tema della Santa Comunione. Ecco cosa dice in proposito uno di loro.

Continue reading “Germania, i vescovo debbono prendere provvedimenti contro l’indegna Comunione di massa”

L’esorcista De Meo: “Altro che commozione, al Sinodo raccontato un atto sacrilego”

Con Padre Cipriano De Meo, esorcista di lunghissimo corso, parliamo del caso, raccontato al Sinodo dei vescovi, del bambino che avrebbe spezzato in due l’ostia della sua prima comunione per darla ai genitori divorziati.

Continue reading “L’esorcista De Meo: “Altro che commozione, al Sinodo raccontato un atto sacrilego””