Obbedienza e resistenza nella storia e nella dottrina della Chiesa

Quando san Tommaso pone la questione “se i sudditi sono tenuti a ubbidire in tutto ai loro superiori”, la sua risposta è negativa. I motivi per cui un suddito può non essere tenuto a ubbidire in tutto al proprio superiore, spiega il Dottore Angelico, sono due. Eccoli.

Continua a leggere “Obbedienza e resistenza nella storia e nella dottrina della Chiesa”

Annunci

La resistenza è dettata dalla fedeltà, non dalla disobbedienza

Spirito di resistenza e amore alla Chiesa.

Continua a leggere “La resistenza è dettata dalla fedeltà, non dalla disobbedienza”

La filiale resistenza di san Bruno di Segni a Papa Pasquale II

di Roberto de Mattei

Tra i più illustri protagonisti della riforma della Chiesa dell’XI e del XII secolo, spicca la figura di san Bruno, vescovo di Segni e abate di Montecassino. Bruno nacque attorno al 1045 a Solero, presso Asti, in Piemonte. Dopo aver studiato a Bologna, fu ordinato prete nel clero romano e aderì entusiasticamente alla riforma gregoriana. Papa Gregorio VII (1073-1085) lo nominò vescovo di Segni e lo ebbe tra i suoi più fedeli collaboratori. Anche i suoi successori, Vittore III (1086-1087) e Urbano II (1088-1089), si valsero dell’aiuto del vescovo di Segni, che univa l’opera di studioso ad un intrepido apostolato in difesa del Primato romano.

Continua a leggere “La filiale resistenza di san Bruno di Segni a Papa Pasquale II”