Pranzo in San Petronio, è solo la punta dell’iceberg

Mentre la polemica sul pranzo nella Basilica di San Petronio a Bologna tiene ancora banco, viene documentato un altro clamoroso caso di profanazione, questa volta in Spagna, nel contesto della battaglia politica per l’indipendenza della Catalogna da Madrid. Domenica nella chiesa di Vila-rodona, diocesi di Tarragona, gremita di fedeli, si è svolta una strana liturgia (il prete è vestito con i paramenti sacri) in cui preghiere e canti hanno accompagnato lo spoglio delle schede che avveniva proprio davanti all’altare.

Continua a leggere “Pranzo in San Petronio, è solo la punta dell’iceberg”

Pranzo in Basilica, i buchi di Tornielli

Giustificare il pranzo in San Petronio citando tre Padri della Chiesa dà l’idea del processo di paganizzazione in atto, con il ripescaggio di episodi dell’antichità per ripristinare usi che la tradizione della Chiesa ha respinto.

Continua a leggere “Pranzo in Basilica, i buchi di Tornielli”

Bologna, come profanare una basilica

Tutti sanno che il Papa visiterà la diocesi di Bologna il 1° ottobre; molti sanno che il primo “atto pastorale” sarà la visita dell’Hub regionale di via Mattei; pochi sanno però che il pranzo seguente con i poveri sarà dentro – dentro! – la basilica di san Petronio; nessuno, che io sappia, ha reagito a questa profanazione programmata del luogo santo, almeno pubblicamente.

Continua a leggere “Bologna, come profanare una basilica”

Non è vero che l’eccezione conferma la regola

I difensori dell’Amoris Laetitia sostengono che dare la Comunioni ai divorziati risposati civilmente, rei dei peccati mortali di adulterio e concubinato, non tradisce il Comandamento del Signore, perché si tratterebbe delle famose “eccezioni” che confermano la regola. Hanno ragione? È vero che l’eccezione conferma la regola?

Continua a leggere “Non è vero che l’eccezione conferma la regola”

Il cardinale Christoph Schönborn e l’esplicito invito al sacrilegio

L’arcivescovo di Vienna, intervistato da Spadaro, toglie ogni illusione alle anime belle: Amoris Laetitiae è magistero, eccome. E aggiunge: in “certi casi” chi è in situazione oggettiva di peccato può accostarsi ai sacramenti. E questo si chiama, piaccia o meno, lasciapassare per il sacrilegio.

Continua a leggere “Il cardinale Christoph Schönborn e l’esplicito invito al sacrilegio”