Aborto, 40 anni dopo: una sconfitta che interroga l’oggi

Il 17 maggio 1981 si teneva il referendum sulla legge 194 che nel 1978 aveva introdotto l’aborto in Italia. Una sonora sconfitta per i pro-life che oggi sarebbe nettamente peggiore se mai qualcuno fosse in grado di proporre un referendum. Questione culturale, sostanziale ignavia dei vescovi, rivalità tra le personalità nel mondo pro-life sono i punti di maggiore debolezza e su cui è necessaria una profonda riflessione. Senza considerare che il punto di partenza è la preghiera e la conversione personale.

Continua a leggere “Aborto, 40 anni dopo: una sconfitta che interroga l’oggi”

Il card. Nichols difende gli assassini di Alfie Evans. La vergogna di un cattolico inglese

Sconcertanti dichiarazioni del cardinale Nichols sul caso Alfie: sostiene a spada tratta medici e giudici con la loro teoria del “miglior interesse” e attacca quanti hanno lottato per la vita del piccolo Alfie.

Continua a leggere “Il card. Nichols difende gli assassini di Alfie Evans. La vergogna di un cattolico inglese”

Sull’aborto e l’eutanasia la PAV rettifica e minaccia, ma è coda di Paglia

Aborto ed eutanasia, l’ufficio stampa della Pontificia Accademia per la Vita (PAV) contesta un nostro editoriale in cui si parlava di aperture in seno all’Accademia, citando l’intervento del rabbino Slzajen, che sarebbe invece contrario all’aborto. Ma la PAV gioca con le parole per mascherare quello che è un vero e proprio sovvertimento dello scopo per cui l’Accademia è nata.

Continua a leggere “Sull’aborto e l’eutanasia la PAV rettifica e minaccia, ma è coda di Paglia”

Vatican pro-death

Mons. Jean-Marie Mupendawatu, segretario del Pontificio Consiglio per la cura pastorale e la salute, ha dichiarato all’assemblea dell’ONU: “La delegazione della Santa Sede esprime il suo apprezzamento per l’enfasi vitale sulla dignità della persona umana e la forte focalizzazione sull’equità che si evidenzia nell’impegno che nessuno sia lasciato indietro”.

Continua a leggere “Vatican pro-death”