“Non serve”: vescovi francesi contro la Messa in latino

I vescovi francesi hanno reso nota la sintesi dei risultati sulla consultazione relativa all’applicazione del Summourm Pontificum chiesta dalla CDF. Ma il testo non è chiaro sulle posizioni dei singoli vescovi né sulle risposte. Si insiste sul gettare ombre sui gruppi tradizionalisti e si auspica in futuro una ghettizzazione della Messa in latino. Uno stravolgimento del motu proprio voluto da Benedetto XVI.

Continua a leggere ““Non serve”: vescovi francesi contro la Messa in latino”

Comunione in bocca, un divieto che divide

Mons. Arthur Roche, Segretario della Congregazione per il Culto Divino, ha “risolto” un contenzioso tra un fedele e il suo vescovo, Richard F. Stika. Il fedele aveva chiesto di sospendere l’ordine del vescovo di Knoxville di non dare la Santa Comunione sulla lingua, ma esclusivamente sulla mano; la Congregazione ha detto picche. Una risposta che non convince affatto: ecco perché.

Continua a leggere “Comunione in bocca, un divieto che divide”

L’occhiolino della pace

Da domenica 14 febbraio in Italia potremo di nuovo scambiare il saluto della pace a Messa, seppure solo con sguardo e inchino. Lo ha deciso la CEI che però ignora i problemi veri della liturgia al tempo del Covid, e soprattutto l’adorazione e riverenza che si deve all’Eucarestia.

Continua a leggere “L’occhiolino della pace”

Il trionfo di Cristo sulle tenebre del nostro tempo

Gli amici di Coooperatores-Veritatis.org consigliano la lettura del libro Christus Vincit. Il trionfo di Cristo sulle tenebre del nostro tempo di mons. Athanasius Schneider (Fede&Cultura, Verona, 2020), in cui l’intrepido pastore elenca e risolve i problemi della Chiesa.

Il vescovo Moscone “scivola” sulla Comunione in bocca

Secondo il vescovo di San Giovanni Rotondo, Franco Moscone, ricevere l’Ostia in bocca è un abuso. Ma sbaglia clamorosamente. Però il suo scivolone rivela che quella del Covid è solo una scusa: c’è una strategia che punta a desacralizzare l’Eucarestia.

Continua a leggere “Il vescovo Moscone “scivola” sulla Comunione in bocca”

Pericolo inculturazione: la liturgia non nasce a tavolino

È in uscita il Messale romano in rito zairese, il primo Messale inculturato, che può preludere al prossimo rito amazzonico. Ma in questa operazione si intravedono due rischi: introdurre elementi pagani e produrre una nuova liturgia con obiettivi di politica ecclesiastica più che di missione. Ma su questo Benedetto XVI ammoniva: «Una liturgia non nasce per mezzo di decreti».

Continua a leggere “Pericolo inculturazione: la liturgia non nasce a tavolino”

Il prete non prete vittima della liturgia fai da te

Pensava di essere un sacerdote, celebrava la Messa, assolveva i penitenti, ma in realtà non era neanche un prete. Don Matthew Hood, prete di Detroit, dopo aver letto la nota della CDF sui Battesimi fai da te è andato a rivedere il filmino del suo Battesimo. E ha scoperto che quel Sacramento era invalido, ma di conseguenza lo erano tutti gli altri amministrati da lui. E’ corso ai ripari, ricevendo ora una valida ordinazione sacerdotale. Ma questa storia mostra tutti i frutti malati del liturgismo fai da te.

Continua a leggere “Il prete non prete vittima della liturgia fai da te”

Il ritorno delle Messe svela la babele liturgica

Il sacro cede alla dittatura igienista. A una settimana dalla ripresa delle Messe cum populo fedeli discriminati per il divieto di inginocchiarsi o di ricevere la comunione sulla lingua. Le misure post lockdown ribaltano la gerarchia dei precetti e svelano una babele liturgica fatta passare per normalità.

Continua a leggere “Il ritorno delle Messe svela la babele liturgica”

Un triste anniversario. La riforma liturgica 50 anni dopo

Il 3 aprile 2019 ricorrerà un triste anniversario: il 50° della promulgazione del Messale di Paolo VI, il quale rappresenta la creazione di un nuovo rito liturgico.

Continua a leggere “Un triste anniversario. La riforma liturgica 50 anni dopo”

Cambiare la Liturgia per cambiare la Fede Cattolica: progetto protestante

Cooperatores Veritatis

Dunque… siamo giunti alla quarta serie di questo percorso specifico ed inerente alla “questione Liturgica”, come è cominciata questa battaglia, chi l’ha cominciata e perché la Chiesa Cattolica con Paolo VI ha ceduto nell’imporre un nuovo rito di stampo protestantico? In questa sezione: CRISI LITURGICA, troverete tutti gli articoli e i video che stiamo elaborando per aiutarci a comprendere come – dietro alla crisi della Fede nella Chiesa di oggi – troviamo proprio queste radici protestanti. In questo linkinvece, avrete la pagina dei video sull’argomento.

In questo link: Guéranger spiega La catastrofe che fu il luteranesimo; siamo entrati proprio all’interno di un percorso alle radici di questa vera follia…. ora proseguiamo con due interessanti interventi: da chi ebbe inizio la DISTRUZIONE degli Altari cattolici per sostituirli con tavole e che oggi, da 50 anni, vediamo imposte anche dentro la Chiesa Cattolica, in una non meglio identificata “volontà”…

View original post 2.151 altre parole