Il Decalogo e il clericalismo sistemico

I nemici dei Comandamenti non sono sempre secolari. Si possono trovare anche all’interno della Chiesa, usando la manipolazione del linguaggio. Infatti è raro sentire un qualsiasi pastore della Chiesa invocare la legge di Dio come una ragione per evitare un comportamento peccaminoso. In larga misura, le autorità della Chiesa hanno permesso la decostruzione sostituendo i Comandamenti con un vocabolario burocratico “non giudicante” per compiacere la sensibilità contemporanea.

Continua a leggere “Il Decalogo e il clericalismo sistemico”

L’episcopato mondiale e l’apostasia tedesca

La prima responsabilità dell’ormai palese apostasia della Germania è del Vescovo di Roma, Papa Francesco, che dovrebbe fare ciò che Papa San Clemente I fece con i chiassosi Corinzi nell’immediato periodo post-apostolico e ciò che Papa San Gregorio Magno fece con i fratelli vescovi durante l’età dei Padri: richiamare i vescovi tedeschi alla “fede che fu consegnata una volta per tutte ai santi” (Giuda 1, 3). Questa responsabilità non è solo del papa, tuttavia. Altri vescovi in tutta la Chiesa mondiale dovrebbero far sapere al vescovo Bätzing la loro grave preoccupazione per il carattere corrosivo del testo fondamentale del Cammino Sinodale.

Continua a leggere “L’episcopato mondiale e l’apostasia tedesca”

Guai ai pastori che non condannano l’errore!

Queste parole sono tratte dalla “Regola Pastorale” (2,4) di papa san Gregorio Magno. Sono parole di straordinaria attualità in questi tempi in cui molti cattolici, soprattutto sacerdoti e vescovi che hanno l’obbligo di proteggere il gregge dai lupi, tendono a fare silenzio, a non ammonire gli errori, facendo sì che molte anime rischino la dannazione eterna. Leggiamo e meditiamo.

Continua a leggere “Guai ai pastori che non condannano l’errore!”

La confusione di Biden e l’inattività dei vescovi: qualcuno alla fine dovrà rendere conto

Una riflessione del canonista Ed Condon sulla confusione che il presidente Joe Biden crea quando da una parte si vanta pubblicamente di essere un cattolico devoto e dall’altra promuove attivamente politiche dell’aborto.

Continua a leggere “La confusione di Biden e l’inattività dei vescovi: qualcuno alla fine dovrà rendere conto”

Il “Cammino sinodale” tedesco è un cammino verso l’apostasia. Lutero non avrebbe saputo fare di meglio

La conferenza episcopale tedesca, la più ricca e potente del mondo, ha dimenticato — anzi se ne infischia — che la Chiesa appartiene solo al suo Divino Fondatore, ovvero Cristo.

Continua a leggere “Il “Cammino sinodale” tedesco è un cammino verso l’apostasia. Lutero non avrebbe saputo fare di meglio”

L’imposizione della Comunione sulla mano: un abuso e una forma di clericalismo

Cooperatores Veritatis

Riceviamo e pubblichiamo con molto piacere quest’articolo del Rev.do Don Federico Bortoli, autore del famoso libro La distribuzione della Comunione sulla mano (Cantagalli, 22€), proprio riguardo l’imposizione ai fedeli di ricevere il Corpo del Signore solo sulla mano, approfittando dell’emergenza coronavirus.

View original post 2.369 altre parole

Tanti saluti alla libertà della Chiesa!

I sindaci molisani di Agnone e Termoli lanciano una nuova offensiva al culto pubblico: messe sospese, anche solo a fronte di 23 nuovi casi positivi. Un’ordinanza che non ha alcuna ragione d’essere e che mostra diversi illeciti. Ma che la Chiesa è già pronta ad accettare supinamente: «La salute al primo posto, noi non c’entriamo», dicono parroco e vicario senza mostrare il minimo interesse. Ma così si armano le amministrazioni comunali che dilagheranno nel decidere arbitrariamente sulla libertas Ecclesiae a fronte di un rischio sanitario tutto da dimostrare (Messe stop, dai sindaci la nuova sfida. E la Chiesa dà l’OK, di Andrea Zambrano, La Nuova BQ, 25-02-2021).

Continua a leggere “Tanti saluti alla libertà della Chiesa!”

“Non serve”: vescovi francesi contro la Messa in latino

I vescovi francesi hanno reso nota la sintesi dei risultati sulla consultazione relativa all’applicazione del Summourm Pontificum chiesta dalla CDF. Ma il testo non è chiaro sulle posizioni dei singoli vescovi né sulle risposte. Si insiste sul gettare ombre sui gruppi tradizionalisti e si auspica in futuro una ghettizzazione della Messa in latino. Uno stravolgimento del motu proprio voluto da Benedetto XVI.

Continua a leggere ““Non serve”: vescovi francesi contro la Messa in latino”

Lettera sulla vita consacrata, ideologica come la Fratelli tutti

La recente lettera della Congregazione per la Vita Consacrata ribalta il fine che orienta la consacrazione verginale e religiosa, che è la ricerca di Dio. Il documento propone invece l’ideologia di una fratellanza orizzontale, dove Gesù Cristo è un optional o al più un utile mezzo, nel solco dell’enciclica Fratelli tutti, più volte citata e proposta come modello.

Continua a leggere “Lettera sulla vita consacrata, ideologica come la Fratelli tutti”

Comunione in bocca, un divieto che divide

Mons. Arthur Roche, Segretario della Congregazione per il Culto Divino, ha “risolto” un contenzioso tra un fedele e il suo vescovo, Richard F. Stika. Il fedele aveva chiesto di sospendere l’ordine del vescovo di Knoxville di non dare la Santa Comunione sulla lingua, ma esclusivamente sulla mano; la Congregazione ha detto picche. Una risposta che non convince affatto: ecco perché.

Continua a leggere “Comunione in bocca, un divieto che divide”