“Non condivido, ma…”. Se il vescovo “legittima” i gay pride

È prevedibile, durante il Gay Pride di Rimini, l’uso blasfemo di personaggi e simboli della religione. Come l’anno scorso, un gruppo di cattolici, riuniti nel Comitato Beata Giovanna Scopelli, ha indetto una processione di riparazione da cui il vescovo di Rimini ha preso le distanze sebbene anche il pride «non aiuti i legittimi diritti LGBT».

Continua a leggere ““Non condivido, ma…”. Se il vescovo “legittima” i gay pride”

Annunci

L’eresia gnostica: il più pericoloso e insidioso nemico della fede cattolica

In libreria Chiesa gnostica e secolarizzazione (Fede&Cultura) di Stefano Fontana.

Continua a leggere “L’eresia gnostica: il più pericoloso e insidioso nemico della fede cattolica”

Bergoglio, parole chiare sulla famiglia? Purtroppo no

Davvero papa Francesco, dopo cinque anni, ha detto qualcosa di cattolico sul matrimonio e la famiglia? La risposta è no.

Continua a leggere “Bergoglio, parole chiare sulla famiglia? Purtroppo no”

Nozze e preti gay: il catalogo omoeretico di James Martin SJ

Agli omosessuali non serve la dottrina sulla castità; matrimonio gay come atto di amore; i cattolici che contestano l’omosessualità sono omofobi; necessario ordinare preti gay. Sono alcune delle “perle” omoeretiche del gesuita James Martin, invitato a parlare al Dublino al Meeting delle famiglie.

Continua a leggere “Nozze e preti gay: il catalogo omoeretico di James Martin SJ”

Il problema dell’8×1000 alla CEI

Ormai prossimi alle dichiarazioni dei redditi, anche quest’anno per molti cattolici si pone il problema in coscienza dell’8×1000. Che fare? Firmare o no per la Chiesa Cattolica? Sempre più fedeli, infatti, si rendono conto che l’8×1000 alla Chiesa Cattolica va a finanziare non l’azione evangelizzatrice voluta da Nostro Signore ma quella CEI che sempre più si dimostra organizzazione ideologica e strumento italiano di quella autodemolizione che sta da decenni funestando la Chiesa.

Continua a leggere “Il problema dell’8×1000 alla CEI”

Omoeresia al potere, la Gerarchia cede anche sulla famiglia

All’Incontro mondiale delle famiglie che si svolgerà a Dublino in agosto, parola anche a padre Martin e alle sue rivendicazioni Lgbt. Un segnale chiaro che capovolge il significato di questi incontri che san Giovanni Paolo II aveva voluto per riaffermare l’unicità e insostituibilità della famiglia naturale, fondata sul matrimonio tra un uomo e una donna.

Continua a leggere “Omoeresia al potere, la Gerarchia cede anche sulla famiglia”

Muller e Schneider contro la deriva omoeretica dei confratelli

Aumenta il numero dei vescovi che per motivi ideologici e di carrierismo cedono all’omoeresia partecipando a “veglie” anti-omofobia o addirittura “benedicendo” coppie dello stesso sesso. Il card. Muller, prefetto emerito della Congregazione per la Dottrina della Fede, e mons. Schnider, vescovo ausiliare di Astana (Kazakistan), non ci stanno e non esistano a condannare severamente l’atteggiamento dei confratelli.

Continua a leggere “Muller e Schneider contro la deriva omoeretica dei confratelli”

Veglie anti-omofobia? È il trionfo dell’omoeresia

L’adesione di vescovi alle veglie contro l’omofobia ha qualcosa di incredibile. Sia dal punto di vista dottrinale che pastorale. Il concetto di omofobia è ideologico e come si può fare una veglia contro qualcosa di ideologico? Se guardiamo poi alla realtà intorno a noi, ci chiediamo dove sia tutta questa omofobia contro la quale alcuni vescovi si sentono chiamati a presiedere veglie di preghiera. Oggi, al contrario, ad essere discriminata è l’eterosessualità.

Continua a leggere “Veglie anti-omofobia? È il trionfo dell’omoeresia”

Bergamo, la curia tifa gay-pride e stoppa la veglia di riparazione

A Bergamo una forte pressione della curia stoppa la preghiera di riparazione che si sarebbe dovuta tenere in chiesa dopo il primo Gay Pride orobico. Ripiegheranno con un Rosario, ma non c’è da stupirsi dato che la stessa diocesi ha collaborato con l’organizzazione dell’evento per non farlo coincidere con l’arrivo delle spoglie del Papa Buono. Invece di condannarlo, si è cercato di scendere a patti con i promotori. A farne le spese, come al solito i fedeli: è la legge del più forte.

Continua a leggere “Bergamo, la curia tifa gay-pride e stoppa la veglia di riparazione”

Omoeresia e riparazioni: alta tensione a Reggio Emilia

Dopo le polemiche dell’anno scorso a Reggio Emilia si riaccende lo scontro sulla veglia per le “vittime dell’omofobia” promossa da un parroco. Nasce un comitato di preghiera per la riparazione: “Per chiedere allo Spirito Santo di illuminare e convertire le menti e i cuori di queste persone”. Il parroco li attacca, ma scivola sulla castità: “Per noi preti è difficile”. E indica che il vero obiettivo è colpire la dottrina.

Continua a leggere “Omoeresia e riparazioni: alta tensione a Reggio Emilia”