Quale programma?

Affermando di voler iniziare processi, Papa Bergoglio non fa altro che ripetere quello che è uno dei suoi principi ispiratori.

Continua a leggere “Quale programma?”

Fine del cattolicesimo in Belgio

Nella Chiesa del 2016 può capitare quasi di tutto. Siamo al paradosso, ma in realtà anche stupirsi è diventato difficile. 

Continua a leggere “Fine del cattolicesimo in Belgio”

Tredici nuovi cardinali più quattro. Vincitori e vinti del prossimo concistoro

La “mafia di San Gallo”, che s’impadronì con un colpo di mano del Vaticano tra il novembre del 2012 e il febbraio del 2013, sta già preparando il prossimo conclave.

Continua a leggere “Tredici nuovi cardinali più quattro. Vincitori e vinti del prossimo concistoro”

Il “Patto delle Catacombe”

Scopro che il 16 novembre 1965, pochi giorni prima della chiusura del Concilio Vaticano II, quaranta Padri Conciliari, nelle Catacombe di Domitilla, firmarono il “Patto delle Catacombe”. Cado dalle nuvole: in cinquant’anni, non avevo mai sentito parlare di simile patto.

Continua a leggere “Il “Patto delle Catacombe””

La scure di Elia: La “nuova chiesa” tra terroristi e intellettuali

La nuova “età dello spirito” sembra postulare una “Chiesa mondanizzata” che, priva di ogni carattere di sacralità e assolutezza (al contrario di quella di Sacra Scrittura e Tradizione), possa agevolmente incontrarsi e fondersi con tutte le confessioni, religioni, filosofie e dottrine. È questo l’innegabile intendimento di chi ha manipolato il Concilio Vaticano II e introdotto nei suoi testi i germi letali dell’auto-dissoluzione. Ora, dopo mezzo secolo di diffusione e maturazione, essi portano i frutti seminati allora.

Continua a leggere “La scure di Elia: La “nuova chiesa” tra terroristi e intellettuali”