Il diavolo veste Arturo Sosa, SJ

Le sciocchezze di padre Sosa, generale dei Gesuiti, sull’inesistenza del Diavolo. Si tratta dell’eresia che rende gli uomini di Chiesa (religiosi, teologi e vescovi) del tutto indifferenti e insofferenti al dogma. Tolto di mezzo il dogma, ogni opinione è ugualmente possibile, purché ottenga il consenso di chi ne vede l’utilità pratica. Dove vanno a parare le argomentazioni pseudo-teologiche dei modernisti? Essi dipendono tutti dalle dottrine luterane sulla rivelazione e la fede.

Continue reading “Il diavolo veste Arturo Sosa, SJ”

Una Compagnia tumultuosa come la Chiesa intera

Intervista allo storico Claudio Ferlan sul rapporto fra i “papi neri” e i papi bianchi.

Continue reading “Una Compagnia tumultuosa come la Chiesa intera”

Perché non bisogna discreditare la Compagnia di Gesù

La corruzione intellettuale e morale della Compagnia di Gesù degli ultimi cinquant’anni non deve fare dimenticare i suoi straordinari meriti nel passato.

Continue reading “Perché non bisogna discreditare la Compagnia di Gesù”

Periti pervertiti

Eretici erotici nella commissione teologica del Concilio Vaticano II. Dalla rubrica Il Riassunto del lunedì di Campari&DeMaistre.

Continue reading “Periti pervertiti”

Milano e la Chiesa dei “diversamente” cristiani

Il caso degli anniversari di nozze cancellati per rispetto dei divorziati è il sintomo di una nuova “Chiesa”. In cui la teologia rahneriana del “diversamente” implica che il cattolico non abbia più nulla da dire al mondo a partire dalla propria fede, perché sarebbe un indebito atto di accusa verso altri.

Continue reading “Milano e la Chiesa dei “diversamente” cristiani”

Atti, misfatti e soprusi di “266” il misericordioso

La spietata misericordia di papa Bergoglio ha colpito ancora!

Continue reading “Atti, misfatti e soprusi di “266” il misericordioso”

Dubia, i “bisogni” prima del Dogma: Kasper ha già risposto

In un suo libro del 1967 il trentaquattrenne Walter Kasper sosteneva che dopo il Concilio la teologia doveva cambiare metodo. Mentre fino ad allora si partiva dai dogmi e dal magistero e si scendeva ai bisogni umani, il processo doveva essere cambiato: il dogma doveva essere visto come intermedio tra la Parola e la situazione esistenziale e doveva collegarle tra loro.

Continue reading “Dubia, i “bisogni” prima del Dogma: Kasper ha già risposto”