E anche l’Osservatore Romano abbraccia la Chiesa gay e secolarizzata

In una lunga intervista al giornale vaticano, il cardinale Hollerich, presidente dei vescovi europei, teorizza una “Chiesa-che-non-discrimina” in cui non c’è più neanche bisogno di convertirsi: cancellato il peccato, originale e quello attuale, tutto ciò che esiste è buono. E ovviamente è buono benedire le unioni omosessuali. E sia chiaro: l’intervista a Hollerich, così come quella precedente a Zuppi, non è un’opinione personale, ma ha lo scopo di indicare la strada decisa dall’alto.

Continua a leggere “E anche l’Osservatore Romano abbraccia la Chiesa gay e secolarizzata”