L’Humanae vitae sotto assedio. Ma dovranno passare sui corpi di Wojtyla e Caffarra

A cinquant’anni dalla sua pubblicazione, l’enciclica di Paolo VI Humanae vitae contro la contraccezione è dunque ormai in pieno cantiere di rifacimento.

Continua a leggere “L’Humanae vitae sotto assedio. Ma dovranno passare sui corpi di Wojtyla e Caffarra”

Annunci

Amoris Laetitia, il card. olandese Eijk: c’è bisogno di chiarezza da parte di papa Francesco

«Le persone sono confuse e questo non va bene. L’esortazione post-sinodale Amoris laetitia ha generato dei dubbi tali per cui è necessario fare chiarezza». Esce allo scoperto il cardinale olandese Eijk: «Ciò che è vero in un posto non può essere sbagliato in un altro», ha detto circa l’interpretazione sull’Eucarestia ai “divorziati risposati”. Parole che rilanciano il dibattito dopo i dubia, strappi di alcune conferenze episcopali, appelli di vescovi e correctio formalis.

Continua a leggere “Amoris Laetitia, il card. olandese Eijk: c’è bisogno di chiarezza da parte di papa Francesco”

Il diritto-dovere di correggere a volte anche un papa

Nella Chiesa esiste il diritto, e persino il dovere di correggere “un apostolo”, quando insegna qualche cosa che non è giusto; e sono diritti e doveri che possono (o devono) essere esercitati non solo da “un altro apostolo”, cioè da qualcuno che ha la carica episcopale, ma anche da un inferiore verso un superiore.

Continua a leggere “Il diritto-dovere di correggere a volte anche un papa”

Altra svolta in Vaticano: “Contraccezione? In certi casi è un dovere”

«Ci sono circostanze, mi riferisco ad Amoris laetitia capitolo VIII, che proprio per responsabilità richiedono la “contraccezione”». Così don Maurizio Chiodi, nuovo membro della Pontificia Accademia per la Vita e teologo molto ascoltato in Vaticano, ha svelato a un convegno alla Gregoriana, l’università dei gesuiti, quale sia il vero scopo dei nuovi studi sull’enciclica Humanae Vitae e di come Amoris Laetitia venga usata come paradigma per rovesciare la morale cattolica.

Continua a leggere “Altra svolta in Vaticano: “Contraccezione? In certi casi è un dovere””

Dubia, se il Papa tace il cardinale si risponde da solo

In un’intervista a un sito austriaco uno dei quattro firmatari dei Dubia, il cardinale Brandmüller spiega quali sarebbero le risposte ai cinque quesiti posti oltre un anno fa al Papa secondo la tradizione della Chiesa. Sono dichiarazioni che dimostrano come le questioni sollevate dai Dubia siano più che mai aperte.

Continua a leggere “Dubia, se il Papa tace il cardinale si risponde da solo”

Amoris Laetitia, bugie e fango sugli Acta Apostolicae Saedis

Le bugie, anche se pubblicate sugli Acta Apostolicae Saedis, sono sempre bugie, e le macchie di fango sono sempre macchie di fango.

Continua a leggere “Amoris Laetitia, bugie e fango sugli Acta Apostolicae Saedis”

Le intenzioni di un papa non possono cambiare la Dottrina

La pubblicazione negli Acta Apostolicae Sedis di due documenti che introducono la prassi della comunione per i divorziati risposati, riflette chiaramente la volontà del Papa ma non ha la forza di cambiare ciò che la Tradizione ci ha trasmesso. Ecco cosa fare.

Continua a leggere “Le intenzioni di un papa non possono cambiare la Dottrina”

Francesco ha parlato, ma i dubbi non sono scomparsi, e nemmeno il card. Caffarra

Sia l’una che l’altra cosa sono accadute quasi nello stesso giorno. Da un lato la pubblicazione sugli Acta Apostolicae Sedis di quella che si presenta come l’interpretazione ufficiale e definitiva del controverso capitolo ottavo di Amoris laetitia, a favore della comunione ai divorziati risposati. Dall’altro l’uscita di un libro con omelie e testi di Carlo Caffarra, uno dei quattro cardinali che hanno sottoposto a papa Francesco i loro serissimi dubia proprio su quel capitolo.

Continua a leggere “Francesco ha parlato, ma i dubbi non sono scomparsi, e nemmeno il card. Caffarra”

Stemo allo sparecchià!

Il Riassunto del lunedì di Campari&DeMaistre. In attesa dei risvegli dei cardinali superstiti dei dubia, la giovinezza cattolica inscena balletti scatenati in chiesa, mentre riceve il sacramento della confermazione (che renderebbe soldati di Cristo, ma vabbé).

Continua a leggere “Stemo allo sparecchià!”