La Santa Sede vede una Cina che non c’è

I nuovi Orientamenti pubblicati dalla Santa Sede per registrazione civile del clero in Cina immaginano una condizione di buona fede e affidabilità delle autorità cinesi, continuamente smentita dai fatti. Così si sacrifica una Chiesa.

Continua a leggere “La Santa Sede vede una Cina che non c’è”

Continua il “cambio di paradigma”

Se c’è stato un papato che ha reso la Santa Sede una fabbrica di novità, è proprio quello del pontefice argentino.

Continua a leggere “Continua il “cambio di paradigma””

L’accordo Cina-Vaticano e quello fra Napoleone e Pio VII

Un autore del nord della Cina mostra che Vaticano e Chiesa cinese stanno rivivendo quanto la Chiesa in Francia ha vissuto durante la Rivoluzione e l’impero napoleonico. Tutto calza alla perfezione: ristrutturazione delle diocesi; potere dello Stato sulla Chiesa; riconoscimento (solo formale) del papa; controllo totale delle attività religiose; eliminazione dei vescovi e sacerdoti “non giurati” (o sotterranei).

Continua a leggere “L’accordo Cina-Vaticano e quello fra Napoleone e Pio VII”

L’accordo Cina-Vaticano è segreto solo a parole. Ecco come funziona

L’Iscariota vendette il Signore per trenta denari. Bergoglio ha svenduto la Chiesa in Cina per che cosa?

Continua a leggere “L’accordo Cina-Vaticano è segreto solo a parole. Ecco come funziona”

Cina-Vaticano, quali conseguenze per la Chiesa Cattolica?

Il 22 settembre 2018 la Repubblica Popolare Cinese e la Santa Sede hanno reso noto in un comunicato congiunto di aver firmato un accordo provvisorio sulle modalità di nomina dei vescovi cattolici in Cina. Qual è il contenuto di tale testo? che conseguenze per la Chiesa cattolica? Ascoltiamo il commento per RadioRomaLibera.org del prof. Roberto de Mattei.

Cina-Vaticano, il trionfo dei “lapsi”

Nel III secolo vennero definiti lapsi i cristiani che per sfuggire alle persecuzioni accettarono di bruciare incensi alle divinità pagane pretendendo di mantenere segretamente la fede cristiana. Sono sempre stati condannati dalla Chiesa, ma oggi l’accordo Cina-Vaticano rovescia il giudizio: i veri fedeli cattolici sono i lapsi, questa è la vera svolta storica.

Continua a leggere “Cina-Vaticano, il trionfo dei “lapsi””

Cina e Vaticano, un accordo che fa comodo a Pechino

Comunicato della Sala Stampa Vaticana del 22 settembre: i due rappresentanti, della Cina e del Vaticano, hanno “firmato un Accordo Provvisorio sulla nomina dei Vescovi”. Pace fatta? No, perché si tratta di un armistizio e andrà rivisto di volta in volta. Farà comodo alla Chiesa Cattolica questo accordo? C’è da dubitarne fortemente. Farà comodo al governo cinese? Molto. A questo punto hanno uno strumento micidiale per allineare anche coloro che hanno resistito tutti questi anni per manifestare la loro fede e il loro attaccamento alla Santa Sede.

Continua a leggere “Cina e Vaticano, un accordo che fa comodo a Pechino”

Confusione nella Chiesa, appello anche dall’Olanda

Quando è troppo è troppo: un gruppo qualificato di laici cattolici e di sacerdoti scrive ai vescovi olandesi affinché riaffermino la dottrina di sempre della Chiesa in materia di matrimonio e relazioni omosessuali, e appoggino apertamente i dubia su Amoris Laetitia.

Continua a leggere “Confusione nella Chiesa, appello anche dall’Olanda”

Obbedienza e infallibilità. Il papa non è sempre infallibile.

Padre Paolo Siano FI ha inviato al vaticanista Tosatti un interessante articolo che costituisce un contributo ad alcuni dei temi che verranno dibattuti il 7 aprile prossimo a Roma riguardo la crisi della Chiesa e i limiti dell’infallibilità pontificia.

Continua a leggere “Obbedienza e infallibilità. Il papa non è sempre infallibile.”

I cattolici cinesi al Vaticano: no ad accordi col regime comunista

Accordi Cina-Vaticano: per la rivista dei gesuiti americani, America, può essere una buona notizia. Per i cattolici cinesi di Hong Kong, estensori di una lettera aperta “ai vescovi di tutto il mondo” e per il cardinal Joseph Zen, un accordo oggi, a queste condizioni, è invece un disastro.

Continua a leggere “I cattolici cinesi al Vaticano: no ad accordi col regime comunista”