Video. Veritas prima Caritas est

Le eresie sono tutte essenzialmente cristologiche, cioè alterano l’identità di Cristo, ma questo porta, di conseguenza, a contraffare anche l’identità di tutte le Tre Persone della Santissima Trinità. In particolare quella più perniciosa del nostro tempo, “frutto” del modernismo, è quella che il grande teologo Romano Amerio ha definito come “dislocazione della Divina Monotriade”. Di cosa si tratta? Ne parlano in questo video gli amici di Cooperatores-Veritatis.org.

La formazione dei sacerdoti e i danni del progressismo

In un articolo sulla rivista Presbyteri, il prof. Sergio Tanzarella sottolinea la decadenza dell’insegnamento nei seminari e offre suggerimenti nell’ottica di una “rivoluzione culturale”. Peccato che le soluzioni indicate sono già parte integrante del cattolicesimo progressista, che va avanti da decenni e che è all’origine della suddetta decadenza, deformando la missione del prete.

Continua a leggere “La formazione dei sacerdoti e i danni del progressismo”

Hans Küng. Un ricordo di Aldo Maria Valli

È morto nella sua casa di Tubinga il teologo Hans Küng, accanito contestatore della dottrina cattolica. Era nato il 19 marzo 1928. Nel 1979 la Congregazione per la dottrina della fede gli revocò l’autorizzazione all’insegnamento della teologia dogmatica a causa delle sue tesi contrarie all’infallibilità papale.

Continua a leggere “Hans Küng. Un ricordo di Aldo Maria Valli”

È morto Hans Küng, (a)teologo che gettava i semi del Vaticano III

Il teologo svizzero ha guadagnato spesso le prime pagine dei giornali, quando sparava grosso contro la dottrina cattolica. Hegeliano di formazione, voleva la riforma ecumenica e democratica della Chiesa. Intanto seminava nel silenzio. I frutti li raccogliamo oggi: molti pensano che si sia già nel concilio Vaticano III che lui auspicava.

Continua a leggere “È morto Hans Küng, (a)teologo che gettava i semi del Vaticano III”

La Democrazia Cristiana? Tutto tranne che cristiana

L’ideologia democristiana si pone non nell’ambito della virtù dell’equilibrio quanto dell’atteggiamento di moderazione. Da qui l’ambiguità di fondo di questa ideologia falsamente cristiana.

Continua a leggere “La Democrazia Cristiana? Tutto tranne che cristiana”

Il Concilio Vaticano II. Riforma o rivoluzione? Tavola rotonda con Roberto de Mattei

Concilio Vaticano II

Il Concilio Vaticano II avrebbe dovuto portare, nelle speranze dei papi e dei padri conciliari, una stagione di prosperità e serenità alla Chiesa, invece fu proprio Paolo VI, il pontefice che lo chiuse, che solo pochi anni dopo dovette ammettere che era cominciata l’epoca più difficile del cattolicesimo. Ma com’è stato possibile tutto questo? La moderata riforma che la maggioranza dei vescovi di allora auspicava è degenerata in una disastrosa rivoluzione. Di questo e altro parliamo con il prof. Roberto de Mattei, presidente della Fondazione Lepanto e direttore di Corrispondenza Romana, nonché autore di tante valorose opere cattoliche, tra cui il celeberrimo Il Concilio Vaticano II. Una storia mai scritta.

In occasione del Santo Natale di quest’anno, naturalmente oltre che queste libro, suggeriamo anche di regalare qualche opera delle Edizioni Fiducia, diretta dal prof. de Mattei, che propone tantissime opere di spiritualità.

View original post

Video. Identikit del cattoprogressista (2)

Seguendo gli studi del grande teologo argentino padre Julio Meinvielle, gli amici di Cooperatores-Veritatis.org illustrano in questa seconda parte gli errori del progressismo e delle sue varie tendenze. «È molto difficile definire con precisione gli errori e le deviazioni in cui incorre il progressismo cristiano in quasi tutti gli aspetti della dottrina e della vita religiosa. Alcuni incorrono in determinati errori o deviazioni; altri in errori diversi da quelli», ha scritto il P. Meinvielle. Tuttavia il progressismo ha un errore fondamentale che è il “comune denominatore” di tutte le sue tendenze. Per la prima parte cliccare qui.

Per sapere qualcosa di più su P. Meinvielle cliccare qui.

Per approfondire sul progressismo che ha presso possesso della Gerarchia:

“Bisogna riformare Roma con Roma”: quel Modernismo che governa oggi la Chiesa

Non è arrivato tutto all’improvviso. Gli “innovatori” stanno raccogliendo i frutti marci di ciò che hanno piantato.

Cooperatores Veritatis

Con la Pascendi Dominici gregis di san Pio X per la condanna del Modernismo e il Giuramento Antimodernista.

«Bisogna riformare Roma con Roma; fare che la riforma passi attraverso le mani di coloro i quali devono essere riformati. […] per questa via Essa (la Chiesa) diventerà un protestantesimo; ma un protestantesimo ortodosso […]» (Ernesto Buonaiuti).

Se non partiamo da queste affermazioni e non le approfondiamo un momento, non ci è facile capire cosa sta accadendo oggi, perciò abbiate la pazienza di seguire questi eventi, grazie.

View original post 6.960 altre parole