Se un prete “sinodale” fosse medico

Prendete un sacerdote, un vescovo o un cardinale secondo lo spirito di oggi e traducete nella prassi medica ciò che, nella maggior parte dei casi, dice e fa: il risultato sarà paradossale, come tentiamo di illustrare in questa storiella…

Continua a leggere “Se un prete “sinodale” fosse medico”

Laurent Ulrich, un moderato progressista a Parigi

Nominato da papa Francesco come nuovo arcivescovo di Parigi, mons. Ulrich proviene dall’arcidiocesi di Lilla dove ha individuato come priorità temi quali la sinodalità e i migranti. Si è schierato contro adozioni e unioni omosessuali. Nell’audizione con la Ciase ha individuato nel “clericalismo” una delle cause degli abusi.

Continua a leggere “Laurent Ulrich, un moderato progressista a Parigi”

Biden ha fatto arrabbiare perfino il gesuita Spadaro

Le ultime uscite incendiarie sulla guerra del presidente sedicente cattolico hanno indispettito anche padre Spadaro. Le citazioni di Giovanni Paolo II in Polonia hanno fatto scattare l’accusa: uso politico della religione, perchè, scrive Spadaro, il rischio «è il cortocircuito Cristo -> Libertà -> Nato»

Continua a leggere “Biden ha fatto arrabbiare perfino il gesuita Spadaro”

Francesco pubblica la riforma della Curia, una svolta pastoralista

Pubblicata nel giorno di inizio del decimo anno di Pontificato la costituzione apostolica Praedicate Evangelium sulla Curia Romana e il suo servizio alla Chiesa e al mondo: la svolta “pastoralista” di papa Francesco è arrivata.

Continua a leggere “Francesco pubblica la riforma della Curia, una svolta pastoralista”

Ordine di Malta, in due bozze diverse lo scontro laici-professi

Continua la tensione interna all’Ordine di Malta. Il gruppo di lavoro del cardinal Tomasi sostiene la partecipazione dei professi al governo. Ma il contro-comitato del Gran Cancelliere la avversa e presenta una bozza con un criterio di rappresentanza basato sui soldi, quindi contrario al rinnovamento chiesto dal Papa. Oggi incontro importante a Roma.

Continua a leggere “Ordine di Malta, in due bozze diverse lo scontro laici-professi”

Video. Veritas prima Caritas est

Le eresie sono tutte essenzialmente cristologiche, cioè alterano l’identità di Cristo, ma questo porta, di conseguenza, a contraffare anche l’identità di tutte le Tre Persone della Santissima Trinità. In particolare quella più perniciosa del nostro tempo, “frutto” del modernismo, è quella che il grande teologo Romano Amerio ha definito come “dislocazione della Divina Monotriade”. Di cosa si tratta? Ne parlano in questo video gli amici di Cooperatores-Veritatis.org.

La formazione dei sacerdoti e i danni del progressismo

In un articolo sulla rivista Presbyteri, il prof. Sergio Tanzarella sottolinea la decadenza dell’insegnamento nei seminari e offre suggerimenti nell’ottica di una “rivoluzione culturale”. Peccato che le soluzioni indicate sono già parte integrante del cattolicesimo progressista, che va avanti da decenni e che è all’origine della suddetta decadenza, deformando la missione del prete.

Continua a leggere “La formazione dei sacerdoti e i danni del progressismo”

Hans Küng. Un ricordo di Aldo Maria Valli

È morto nella sua casa di Tubinga il teologo Hans Küng, accanito contestatore della dottrina cattolica. Era nato il 19 marzo 1928. Nel 1979 la Congregazione per la dottrina della fede gli revocò l’autorizzazione all’insegnamento della teologia dogmatica a causa delle sue tesi contrarie all’infallibilità papale.

Continua a leggere “Hans Küng. Un ricordo di Aldo Maria Valli”

È morto Hans Küng, (a)teologo che gettava i semi del Vaticano III

Il teologo svizzero ha guadagnato spesso le prime pagine dei giornali, quando sparava grosso contro la dottrina cattolica. Hegeliano di formazione, voleva la riforma ecumenica e democratica della Chiesa. Intanto seminava nel silenzio. I frutti li raccogliamo oggi: molti pensano che si sia già nel concilio Vaticano III che lui auspicava.

Continua a leggere “È morto Hans Küng, (a)teologo che gettava i semi del Vaticano III”