Famiglia Cristiana e i perdenti illuminati

La copertina di Famiglia Cristiana è un simbolo del ruolo di minoranza giocato male. Non c’è la comprensione delle ragioni che hanno portato a scelte diverse. È espressione di questo insopprimibile impulso, da parte di una agenzia che non sembra più maggioritaria nel consenso e nella fioritura vocazionale in Italia, eppure, senza accorgersene, detta la linea invece di esaminare seriamente come mai siamo arrivati all’attuale situazione.

Continua a leggere “Famiglia Cristiana e i perdenti illuminati”

Annunci

Pompei, Vergine irrisa, ecco la sobrietà chiesta ai gay dal vescovo

Accuse assurde alla Chiesa di aver ucciso i gay, un Papa Francesco arcobaleno, sfottò alla fede e persino uno scimmiottamento della Madonna del Rosario nella sua città. Il Pride di Pompei ha mostrato chiaramente il vero carattere anticristiano di queste kermesse dell’osceno. Perché il messaggio cristiano è il solo ostacolo rimasto alla dittatura ideologica dell’omosessualismo. Un progetto che la Chiesa del Santuario mariano ha vissuto in difesa, facendo entrare il cavallo di Troia e accontentandosi in cambio soltanto di un po’ di rispetto e sobrietà. Ecco il risultato.

Continua a leggere “Pompei, Vergine irrisa, ecco la sobrietà chiesta ai gay dal vescovo”

Tabacci, Melloni e i cattolici della resa al mondo

Molti cattolici si siano fatti prendere da una sorta di ossessione buonista, che, tra l’altro, sta svuotando sempre di più le nostre chiese.

Continua a leggere “Tabacci, Melloni e i cattolici della resa al mondo”

Immigrazione, la “soluzione” ideologica del compagno Galatino

Il segretario della CEI non apprezza “le ricette assolutamente prive di realismo e mancanti di concreta progettualità che i soliti noti non mancano di dispensare”, ma le sue proposte sono altrettanto irrealistiche, nonché frutto di una visione ideologica del fenomeno dell’immigrazione.

Continua a leggere “Immigrazione, la “soluzione” ideologica del compagno Galatino”

La degenerazione della Religione in religiosità. Il nuovo protestantesimo che avanza

In maniera sempre più incalzante, le gerarchie ecclesiali, anche di livello più elevato, al fine di “recuperare popolarità” presso le masse, stanno cedendo terreno rispetto a sempre maggiori compromessi e concessioni. Il messaggio evangelico, dunque, viene sempre più tradotto in termini semplicistici, buonisti e rarefatti, e per ottenere il maggior gradimento mediatico possibile si avvicina pericolosamente ad un semplice “comportati da bravo bambino”, rivolto però al mondo intero.

Continua a leggere “La degenerazione della Religione in religiosità. Il nuovo protestantesimo che avanza”

Cagliari, il vescovo mette alla gogna don Pusceddu

Novità da Cagliari: il vescovo impone il silenzio al sacerdote che aveva citato nell’omelia un duro passaggio di San Paolo sull’omosessualità. Davvero triste lo spettacolo di un pastore disposto a sacrificare un prete per ingraziarsi chi comanda.

Continua a leggere “Cagliari, il vescovo mette alla gogna don Pusceddu”

Don Matteo De Meo: “A Renzi e Vendola non darei la comunione”

L’affondo di don Matteo De Meo, teologo ed esorcista, che non fa sconti a nessuno.

Continua a leggere “Don Matteo De Meo: “A Renzi e Vendola non darei la comunione””

«Nelle operazioni di soccorso bisognerebbe badare prima di tutto a donne e bambini e invece noto che i rifugiati sono in netta maggioranza uomini. Mi domando il perché e chi si mescola tra di loro. Se sono profughi di guerra, c’è da chiedersi per quale ragione non pensino a donne e bambini. Non hanno famiglia? E perché non proteggere anche e doverosamente i cristiani perseguitati nelle terre islamiche? E poi un’altra cosa mi lascia perplesso … perché i paesi islamici che sono loro vicini non li aiutano e non li accettano? Perché non trovano ospitalità in quei paesi arabi che sono vicini a loro per cultura, religione, mentalità? Per quale motivo non migrano da quelle parti? La mia idea è che gli aiuti vadano fatti sul posto. Indubbiamente l’accoglienza è un valore cristiano e noi da cristiani dobbiamo aiutare nel nome del Vangelo della misericordia. Ciò nonostante, quest’accoglienza trova un limite nella ragionevolezza, nella misura e soprattutto nel fare in modo che non entrino malintenzionati. Non è pensabile fare passare tutti, e poi occorre sempre coniugare il valore della sacrosanta accoglienza col rispetto da parte di chi entra della cultura, della tradizione e della legge del popolo che ospita. Da questo punto di vista concordo col presidente polacco Duda. Un continuo incoraggiamento a venire in Europa senza piani chiari non aiuta né loro né noi»

Zenon cardinal Grocholewski

FONTE: chiesaepostconcilio.blogspot.it

Quei cristiani “più buoni di Gesù” che lo ostacolano

Il “super-cristianesimo” è la peggiore falsificazione del Cristianesimo.

Continua a leggere “Quei cristiani “più buoni di Gesù” che lo ostacolano”