Messa antica: la realtà resiste all’ideologia del motu proprio

A un mese dall’entrata in vigore del Traditionis Custodes che limita le Messe in rito antico, nella stragrande maggioranza dei casi, le celebrazioni sono state confermate. In alcune diocesi ridotte, mentre in pochissime sono state soppresse, per lo più per motivi ideologici. Come nel caso di Ancona. Evidentemente Traditionis Custodes si muove più sul piano dell’ideologia e della vendetta, che non su quello della realtà e della carità. E secondo i rumors si prepara un’ulteriore stretta sugli istituti di vita consacrata.

Continua a leggere “Messa antica: la realtà resiste all’ideologia del motu proprio”

Madre o matrigna? Questo è il problema. (Ancora sul famoso motu proprio)

Come può essere che una madre non dia, al figlio affamato che glielo chiede, un cibo di cui ella dispone?

Continua a leggere “Madre o matrigna? Questo è il problema. (Ancora sul famoso motu proprio)”

Gli otto anni di calvario dei Francescani dell’Immacolata

Otto anni fa la Congregazione dei Francescani dell’Immacolata finiva nel mirino della Santa Sede, ma in tutti questi anni non è ancora stato chiarito il perché. Sullo sfondo il ruolo e i misteri che aleggiano su uno degli accusatori principali della famiglia religiosa, che firmò il decreto di commissariamento: il vescovo José Rodríguez Carballo, che guidò i Frati minori quando vennero travolti da uno scandalo finanziario su cui non si è mai più saputo nulla.

Continua a leggere “Gli otto anni di calvario dei Francescani dell’Immacolata”

La falce di Francesco e la resistenza necessaria

Papa Francesco attraverso il motu proprio “Traditionis Custodes” da una vera e propria falciata al mondo legato alla tradizione e in particolare alla Santa Messa tradizionale di san Pio V. Qui proponiamo la riflessione di un giovane sacerdote (ordinato nel 2010) che aveva deciso di celebrare solo in rito tradizionale, ma che dal 16 luglio si trova in forte difficoltà.

Continua a leggere “La falce di Francesco e la resistenza necessaria”

Mons. Bux: Nessun papa è padrone della liturgia

Breve ma efficace intervista dell’ex vaticanista Aldo Maria Valli al noto liturgista mons. Nicola Bux riguardo il motu proprio Traditionis custodes.

Continua a leggere “Mons. Bux: Nessun papa è padrone della liturgia”

Abbé Barthe: l vescovi italiani e alcuni cardinali dietro il Traditionis custodes

Il sacerdote francesce Claude Barthe sa chi sono tutti i coinvolti nella decisione che ha portato all’editto papale contro la Messa tradizionale. E adesso rivela (avvalorato da più fonti) che i vescovi italiani, e un paio di cardinali italiani in Curia, furono all’origine e la forza motrice dietro questo documento.

Continua a leggere “Abbé Barthe: l vescovi italiani e alcuni cardinali dietro il Traditionis custodes”

Traditionis custodes: un atto di debolezza

Dopo un’attenta e calma lettura del recente motu proprio Traditionis Custodes, il testo pare non un atto di forza ma di debolezza, un canto del cigno che, prossimo alla fine, canta con voce non più bella ma più forte.

Continua a leggere “Traditionis custodes: un atto di debolezza”

Dogma & Liturgia. Video-conferenza del prof. Corrado Gnerre

Qual è il legame fra il Dogma e la liturgia? Perché il Vetus Ordo esprime pianamente la Dottrina cattolica? A queste e altre domande risponde il prof. Corrado Gnerre.