Tutti i problemi di un Anno dedicato ad Amoris laetitia

Il Papa ha indetto l’Anno della famiglia Amoris laetitia per diffondere la conoscenza dell’Esortazione, per applicarne i criteri e per chiedere l’adesione ai suoi contenuti. Ma in ogni diocesi e in ogni parrocchia il corpo ecclesiale è diviso su quei contenuti. Amoris laetitia è il paradigma di una trasformazione radicale della teologia morale cattolica.

Continua a leggere “Tutti i problemi di un Anno dedicato ad Amoris laetitia”

McCarrick e omosessualità, c’è un problema dottrinale

La vicenda dell’ex cardinale americano e l’impostazione del Rapporto ratificano un cambiamento dottrinale nella valutazione morale e religiosa della pratica omosessuale. La cosa più preoccupante, frutto di Amoris Laetitia, è che l’obiettivo non è più difendere la fede, ma le persone coinvolte.

Continua a leggere “McCarrick e omosessualità, c’è un problema dottrinale”

Ettore Gotti Tedeschi: Ombre, errori e ambiguità di “Fratelli tutti”

«Fratelli tutti conferma che la Chiesa oggi», constata Ettore Gotti Tedeschi in questo colloquio con Aldo Maria Valli, «non è più chiamata a occuparsi delle anime e delle coscienze, ma esclusivamente di politica, economia, ecologia».

Continua a leggere “Ettore Gotti Tedeschi: Ombre, errori e ambiguità di “Fratelli tutti””

La Chiesa progressista è sempre in ritardo

Il titolo di questo articolo suona come una contraddizione. Come è possibile che una Chiesa progressista, ossia aperta al cambiamento, orientata al futuro, non tradizionalista né conservatrice … possa essere sempre in ritardo sulla storia?

Continua a leggere “La Chiesa progressista è sempre in ritardo”

Il dramma di una Chiesa autoesiliata e di un Dio inutile

Anche l’illuminista Il Mulino nota che la Chiesa si è fatta inutile. Ma per la rivista bolognese è un merito perché non serve più la salvezza di Cristo, ma basta una “prossimità religiosa dell’umano”.

Continua a leggere “Il dramma di una Chiesa autoesiliata e di un Dio inutile”

Lula da Silva: Il mio partito non esisterebbe senza teologia della liberazione

Lula da Silva ha raccontato che il suo rapporto con Leonardo Boff e i membri dell’episcopato brasiliano negli anni ’70 e ’80 è stato importante per la genesi del suo partito. Che cosa dire? Esistono anche i clerico-comunisti…

Continua a leggere “Lula da Silva: Il mio partito non esisterebbe senza teologia della liberazione”

Conseguenze della pandemia cinese nella vita religiosa italiana

A pretesto delle norme sanitarie per affrontare la pandemia, c’è chi propone una vera rivoluzione nella Chiesa, che dovrà restare anche quando l’emergenza sanitaria sarà finita.

Continua a leggere “Conseguenze della pandemia cinese nella vita religiosa italiana”

Dom Meattini: C’è il pericolo di ridurre il Vangelo a supplemento terapeutico per far star bene l’uomo

Colloquio tra l’avv. Gianfranco Amato e il teologo dom Giulio Meiattini, monaco presso l’abbazia della Madonna della Scala di Noci (Ba), professore di teologia al Pontificio ateneo Sant’Anselmo, un’istituzione universitaria cattolica con sede a Roma, dipendente dalla Santa Sede.

Continua a leggere “Dom Meattini: C’è il pericolo di ridurre il Vangelo a supplemento terapeutico per far star bene l’uomo”

Tavola Rotonda con Julio Loredo sulla teologia della liberazione

La teologia della liberazione (di cui esistono diverse correnti) è una falsa teologia che non è affatto a favore dei poveri, né per la povertà evangelica, ma per la povertà-miseria. Gli amici di Cooperatores-Veritatis.org ne parlano con il prof. Julio Loredo, discepolo di Plinio Corrêa de Oliveira, e autore del libro Teologia della liberazione. Un salvagente di piombo per i poveri, che già nel 2015 concesse loro un’intervista sull’argomento.

La Chiesa tedesca, il “cammino sinodale” e quel “pluralismo sessuale” che è un cedimento al mondo e mette l’uomo al posto di Dio

In Germania si è ritenuto di poter sottoporre la morale sessuale della Chiesa cattolica a una revisione sostanziale, dal momento che essa non avrebbe «ancora recepito conoscenze decisive derivanti dalla teologia e dalle scienze umane».

Continua a leggere “La Chiesa tedesca, il “cammino sinodale” e quel “pluralismo sessuale” che è un cedimento al mondo e mette l’uomo al posto di Dio”