L’arcivescovo di Lima offende San Giacomo

Mons. Carlos Castillo, bergoglioso doc, durante la celebrazione per il 450° anniversario della chiesa di San Giacomo a Surco, ha sottolineato che, come santo patrono della Spagna, San Giacomo “riflette l’immagine di un uomo violento”.

Continua a leggere “L’arcivescovo di Lima offende San Giacomo”

Una Messa e le ragioni d’amore: supplica degli abati

Superiori e Abati degli Istituti ormai ex-Ecclesia Dei si sono ritrovati nel quartier generale dell’Institut du Bon Pasteur a margine dei rumors su un documento applicativo ancora più restrittivo. In una lettera inviata a Roma si esprime preoccupazione per le misure draconiane del motu proprio Traditionis Custodes e rammarico, perché ci si rende conto che il motu proprio che limita la Messa in rito antico significa la distruzione di quanto pazientemente tessuto negli ultimi cinquant’anni.

Continua a leggere “Una Messa e le ragioni d’amore: supplica degli abati”

Video. Un Papato a scadenza? Una questione spinosa

Il progetto di un nuovo documento che regolerà il “papato emerito” ha fatto molto discutere, soprattutto per quello che riguarda l’ipotesi di un papato che possa prevedere quasi una data di pensionamento. È possibile questo? È questo auspicabile?

Il Papa, il latino e i limiti della pastorale della nostalgia

Papa Francesco ribadisce la volontà di far morire le Messe in latino. L’annunciato “riordino costruttivo” è dettato da un’idea di Chiesa della rottura in cui il fedele che cerca la tradizione sia un nostalgico che il tempo estinguerà. Ma i gruppi stabili non sono composti da anziani, ma sono un’esperienza di Chiesa giovane, che ora si vuole umiliare, di fedeli in crescita, che non possono essere accusati di nostalgismo dato che vivono la Messa in latino non come rifugio, ma come un approdo da cui sono attratti, privi di quelle ideologie di cui invece sono infarciti i provvedimenti che li puniscono.

Continua a leggere “Il Papa, il latino e i limiti della pastorale della nostalgia”

Le difficoltà della “teologia del popolo”

L’espressione “teologia del popolo” sembra sia stata coniata dal teologo J.L. Segundo che voleva distinguerla anche nel nome dalla teologia della liberazione nella quale rischiava di essere confusa. Però le due teologie mantengono un punto in comune, vale a dire il punto del loro “cominciamento”.

Continua a leggere “Le difficoltà della “teologia del popolo””

Chiesa in Germania, l’Afghanistan del Vaticano

La gestione del capitolo abusi da parte del Vaticano sta creando reazioni dure in Germania: ad Amburgo, dopo oltre 5 mesi dalle dimissioni del vescovo, l’amministratore apostolico monsignor Thim in segno di protesta e come sfida a Roma ha sospeso tutti gli organi diocesani. A Colonia invece è il cardinale Voelki ad attaccare la Santa Sede, perché da mesi non si esprime sui risultati della visita apostolica che doveva far chiarezza sulle responsabilità riguardo alle accuse di abusi sessuali.

Continua a leggere “Chiesa in Germania, l’Afghanistan del Vaticano”

29 agosto: Martirio del Battista. Cari pastoralisti, basta con la vostra ipocrisia!

Ah, se ai tempi del Battista ci fosse stata l’Amoris Laetitia… Invece no! Chiediamo ai sostenitori della pastorale contemporanea il silenzio. Ci risparmino l’ipocrisia farisaica!

Continua a leggere “29 agosto: Martirio del Battista. Cari pastoralisti, basta con la vostra ipocrisia!”

Traditionis custodes. I superiori degli istituti tradizionali faranno il punto

I superiori generali degli istituti apostolici che celebrano esclusivamente il Santo Sacrificio della Messa secondo la forma tradizionale del rito romano si riuniranno la prossima settimana per discutere il nuovo decreto di papa Francesco che limita l’uso antico della sacra liturgia.

Continua a leggere “Traditionis custodes. I superiori degli istituti tradizionali faranno il punto”