Amoris laetitia e il sacramento perduto

Su Amoris laetitia si è ormai detto di tutto e il contrario di tutto, tanto che tornare a parlarne sembra stucchevole. Tuttavia è innegabile che lì, specialmente nel capitolo VIII, c’è un nodo irrisolto, la cui portata va ben oltre la questione della possibile ammissione alla comunione eucaristica dei divorziati risposati.

Continua a leggere “Amoris laetitia e il sacramento perduto”

Quella Babele argentina che manda in confusione l’intera Chiesa

Il teologo benedettino Giulio Maiettini illustra in un libro la “svolta moralista” dell’Amoris Laetitia.

Continua a leggere “Quella Babele argentina che manda in confusione l’intera Chiesa”

I deliri del vescovo Olivero: “Il matrimonio non è infrangibile”

Le dichiarazioni eretiche del vescovo di Pinerolo sull’Amoris Laetitia rende urgente la risposta ai dubia: “Ai sacramenti può accedere chi vive una nuova unione in tutti gli aspetti, seguendo la coscienza e non il prete”.

Continua a leggere “I deliri del vescovo Olivero: “Il matrimonio non è infrangibile””

Il clero ha sdoganato l’adulterio e il concubinato: inaccettabile!

Anche se il clero ha tradito il mandato del Signore, noi dobbiamo rimanere fedeli al Vangelo. Il peccato sarà sempre peccato. Il clero passa, il Vangelo resta.

Continua a leggere “Il clero ha sdoganato l’adulterio e il concubinato: inaccettabile!”

Amoris Laetitia, i vescovi dell’Emilia-Romagna sdoganano l’adulterio e il concubinato

Per i divorziati-risposati — rei di due peccati mortali, l’adulterio e il concubinato — può essere lecito avere rapporti “coniugali” ed accostarsi così alla Comunione. È quanto affermano le linee guida dei vescovi dell’Emilia-Romagna per l’applicazione di Amoris Laetitia, dando seguito a quello che appare come un input dall’alto.

Continua a leggere “Amoris Laetitia, i vescovi dell’Emilia-Romagna sdoganano l’adulterio e il concubinato”

Amoris Laetitia. Tre vescovi confermano la dottrina immutabile

Il 2018 si apre con il documento che segue, in cui si afferma l’assoluta fedeltà alla dottrina immutabile della Chiesa sul matrimonio e la famiglia, firmato da tre vescovi: Tomash Peta, Arcivescovo Metropolita dell’Arcidiocesi di Maria Santissima in Astana; Jan Pawel Lenga, Arcivescovo-Vescovo emerito di Karaganda; Athanasius Schneider, Vescovo Ausiliare dell’Arcidiocesi di Maria Santissima in Astana. Un gesto di assoluto valore e coraggio.

Continua a leggere “Amoris Laetitia. Tre vescovi confermano la dottrina immutabile”

Dopo l’adulterio e la contraccezione bisogna sdoganare l’eutanasia

Stairway to hell. Continua l’azione distruttiva. Ora papa Francesco ci dice che, esattamente come nel caso dell’adulterio, “non è sufficiente applicare una regola generale”. Ogni caso va valutato a sé. E colui che deve stabilire se una cura è proporzionata o no è appunto il paziente.

Continua a leggere “Dopo l’adulterio e la contraccezione bisogna sdoganare l’eutanasia”

Amoris Laetitia, amichevole critica alle tesi di Rocco Buttiglione

Non vi è nulla che i lettori di Buttiglione non conoscano: la possibilità di ammettere alla Comunione i divorziati-risposati, perché, egli sostiene, che in alcuni casi, anche se «gli atti sono illegittimi», le persone «possono non incorrere in un peccato mortale per la mancanza della piena avvertenza e del deliberato consenso».

Continua a leggere “Amoris Laetitia, amichevole critica alle tesi di Rocco Buttiglione”

Cose da fine del mondo. I “novissimi” secondo Francesco

La libertà con cui papa Francesco taglia e cuce — persino riscrive a modo suo — le parole della Sacra Scrittura è inquietante.

Continua a leggere “Cose da fine del mondo. I “novissimi” secondo Francesco”

Avvenire risponde alla Correzione filiale: un pastrocchio imbarazzante

Luciano Moia, da tempo impegnato a spiegare che con Amoris Laetitia è finalmente cambiato tutto, ha provato a rispondere ai 62 della Correzione filiale insieme al teologo Giuseppe Lorizio.

Continua a leggere “Avvenire risponde alla Correzione filiale: un pastrocchio imbarazzante”