Pizzi e merletti vs. sciatteria liturgica

Il papa può spiegare, con argomenti incontrovertibili, perché la sua sciatteria liturgica debba andare meglio di un pizzo?

di Donfi (10-06-2022)

Quasi due anni fa dedicammo un articolo alla questione dei pizzi nella biancheria sacra. Spiegammo che, in certi casi, erano solo tollerati, che il pizzo comunque costituisce un abbellimento degli orli, ma non sostituisce la stoffa, che resta obbligatoria. E ricordammo, sia come la tradizione antica non preveda pizzi e sia che questi sono di “recente” introduzione. Citammo decreti dove si richiede che il trasparente messovi sotto debba esser del colore della talare e mai diverso, etc.etc. Spiegammo pure che un bel camice dall’amplissimo panneggio realizzato in mussola di puro lino sia infinitamente più bello di un camice con due metri di pizzo, anche se in Cantù. Perché è più tradizionale, e pure più virile, non avere pizzi che averli. Oggi ne parla il papa ma non cita tradizioni e non richiama ad esse, perché forse neppure le conosce. Si richiama solo al concilio, il quale però non ha mai parlato di trine e merletti! Perché poi un camice in gigliuccio color topo e magari pure in terital (cioè in plastica) debba esser più idoneo alla liturgia di uno con un po’ di Cantù il papa non lo spiega, forse perché non lo sa neppure spiegare. Il papa può spiegare, con argomenti incontrovertibili, perché la sua sciatteria liturgica debba andare meglio di un pizzo? Una chiosa la vogliamo fare pure su questa frase papale “è meglio celebrare la madre, la santa madre Chiesa, e come la madre Chiesa vuole essere celebrata”. Santità, ci potete spiegare, se ci riuscite, da quando in qua la liturgia è fatta per celebrare la Chiesa? Potete citare a sostegno di questa vostra affermazione anche un solo testo non diciamo biblico, ma almeno patristico? La liturgia è cosa seria. Non è roba per modernisti. La base dunque del ragionamento papale, ammesso che abbia una base, è l’ideologia e l’aderenza ad essa. La base del nostro ragionamento è la tradizione e la conformità ad essa.

(Fonte: Lo Spigolatore Romano)

Irridendo i merletti nelle vesti liturgiche, si dimostra una doppia ignoranza: teologica ed ecumenica

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...