Periti pervertiti

Eretici erotici nella commissione teologica del Concilio Vaticano II. Dalla rubrica Il Riassunto del lunedì di Campari&DeMaistre.

di Francesco Filipazzi (20-03-2017)

Baum nel 1966, anno in cui già praticava la sodomia.

Uno dei teologi di riferimento del Concilio, Gregory Baum, prete spretato, responsabile tra l’altro della stesura di Nostra Aetate, uno dei testi più problematici, oltre che della resistenza ad Humanae Vitae, si è dichiarato gay a 93 anni. L’infingardo ha spiegato di praticare l’omosessualità sin da quando aveva 40 anni ma di non averlo detto, poiché voleva rimanere nella Chiesa a diffondere le sue dottrine velenose. Praticamente, Humanae Vitae non gli piaceva poiché lui stesso portava avanti una condotta immorale. Se questa è l’onestà con cui i documenti conciliari sono stati scritti, stiamo freschi.

D’altronde anche l’altro maggiorente dei disastri conciliari e post-conciliari, Karl Rahner, aveva una relazione (platonica?) con una donna, che lo chiamava “pesciolino”. Probabilmente non si riferiva al celebre acrostico utilizzato dai primi cristiani.

(fonte: campariedemaistre.com)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...