Motu proprio divorzista?

SATIRICUS

Parto da un titolo provocatorio. Non ho né abbastanza strumenti, né abbastanza amarezza per reagire con negatività assoluta al Motu Proprio che snellisce i processi di nullità.

Una recensione benevola si trova su Tempi e, per cominciare, mi accontenterei di quella (cui faccio qualche breve riferimento qui sotto). Da par suo Socci ha già gridato al cripto-divorzio.

Io mi limito a due appunti. Il primo è che, per quanto

non è in discussione l’indissolubilità del matrimonio, che, anzi, risulta rafforzata dalla centralità del vescovo diocesano, che in comunione con il Pontefice è il garante dell’unità della fede e della dottrina.

resto dell’idea che di questi tempi, almeno nelle diocesi occidentali, il vescovo è piuttosto sinonimo di abuso ed eccentricità, anziché di unità della fede. Basti pensare al precedente e non meno scandaloso Motu Proprio Summorum Pontificum, in cui il Papa ha dovuto scavalcare i vescovi pur di dar via…

View original post 299 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...