Scintille legali al Sinodo sulla famiglia

di Marco Tosatti (26/03/2015)

Siamo solo a marzo, ma sembra che l’atmosfera intorno al Sinodo per la Famiglia dell’ottobre prossimo stia già diventando calda; e talvolta esce dall’ambito ecclesiale, per toccare quello dei tribunali italiani.

È il caso dell’editore Cantagalli, una nota casa editrice di Siena, specializzata in opere di grande qualità. Vediamo un comunicato emesso dalla casa editrice: “A seguito dell’articolo a firma di Alberto Melloni, apparso sull’edizione del 12 febbraio 2015 del Corriere Fiorentino, il dott. David Cantagalli, in qualità di legale rappresentante pro tempore della società Edizioni Cantagalli Srl, ha dato mandato ai suoi legali di dar corso a tutte le azioni giudiziarie atte a tutelare l’immagine della casa editrice da lui diretta. Le Edizioni Cantagalli, conosciute ed apprezzate per la serietà e l’accuratezza delle proprie pubblicazioni, non sono disposte ad accettare alcun tipo di illazione e intendono così manifestare la volontà di respingere con fermezza congetture gravi e pretestuose, che possano mettere in discussione l’integrità dimostrata nel corso di un’attività professionale iniziata nel lontano 1925”.

permanere_nella_verita_di_cChe cosa è accaduto, per giungere a questa situazione? All’origine c’è un libro molto noto, Permanere nella verità di Cristo edito da Cantagalli cinque mesi orsono. Ospitava interventi di cardinali notissimi Walter Brandmüller, Carlo Caffarra, Velasio De Paolis, Raymond Leo Burke e Gerhard Ludwig Müller prefetto della Congregazione della Fede, oltre a quelli di altri quattro studiosi. Gli interventi, alcuni dei quali già noti e pubblicati in precedenza, vertevano sull’impossibilità di permettere ai divorziati risposati che vivono more uxorio di accedere all’eucarestia. Tesi opposta a quella sostenuta dal cardinale tedesco Walter Kasper.

Ovviamente gli amici e i sostenitori di Kasper l’hanno presa male. E fra l’altro lo storico Alberto Melloni, uno dei capofila del super progressismo ecclesiale scriveva sul Corriere Fiorentino che “la casa editrice, con la copertura del cardinale Muller, il prefetto della dottrina della fede, aveva tentato con buona o mala fede lo sa solo Dio (…) di ordire un complotto contro il papa e contro il sinodo per dire a poche ore dal suo inizio che sulle cose che Francesco voleva discutere non si doveva discutere”. Si può obiettare che esporre firmando la propria tesi su un tema pubblico non sembra rientrare nelle categorie classiche del complotto. E Cantagalli, accusato di agire contro il papa e il sinodo giustamente si è risentito. E pare deciso a portare l’articolista bolognese in tribunale.

Ma l’accusa ci sembra comunque pericolosa; perché autorizza a pensare che esista un clima tendente a far tacere quelli che non la pensano come Kasper che si fa forte di un supposto appoggio del Papa (che però nell’intervista a Valentina Alazraki sembra assumere atteggiamenti più cauti e sfumati in tema di eucarestia ai divorziati risposati). Ancora una volta ci sembra di vivere stimoli contraddittori, in un regno che viene presentato come tutto volto alla trasparenza, e in cui però le opinioni contrarie appaiono molto sgradite e anche un po’ punite.

Vediamo per esempio la presa di posizione di ieri dell’arcivescovo Vincent Nichols, noto per essere, come il suo predecessore e estimatore, Murphy O’Connor, una punta della chiesa “aperturista” opposta a quella conservatrice e magari anche un po’ bieca e autocratica. Quando quasi 500 preti, molti dei quali sicuramente non ascrivibili ai ranghi dei tradizionalisti il cardinale in un comunicato ha detto: “I sacerdoti non dovrebbero condurre un dibattito sul Sinodo della Famiglia di Ottobre sulla stampa” e dovrebbero parlarne invece al proprio vescovo.

fonte: lastampa.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...