Sfondamento a sinistra

Per dare un forte impulso all’avanzata del movimento tradizionale è necessario attuare uno “sfondamento a sinistra”. Ci sono tanti fedeli che per anni hanno simpatizzato per gli ambienti progressisti, attratti da temi sociali come la fame nel mondo e la questione operaia; tuttavia adesso si stanno accorgendo della desacralizzazione del cattolicesimo e sperano in una “restaurazione”. Ad esempio, conosco una suora che in passato elogiava certe innovazioni “moderne”, mentre recentemente l’ho sentita auspicare un ritorno a una maggiore osservanza nella vita religiosa e una maggiore sacralità delle funzioni liturgiche con un ritorno del canto gregoriano e magari anche alla Messa in latino. Insomma c’è tanta gente che si è trovata a “sinistra” in buona fede, e ora è necessario ricondurla nell’alveo della Tradizione. Uno degli errori che bisogna assolutamente evitare è quello di lasciare la “questione sociale” in mano ai modernisti e ai loro amici comunisti. Il vero tradizionalista si interessa della questione sociale ed è sempre schierato dalla parte dei poveri e della gente che soffre.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...